29 Settembre 2019 - Ignazio Caddeo

Il derby è della Leonardo Cagliari: falsa partenza per il Città di Sestu di Cocco

Pesante ko interno per 5-1

SESTU -  Prima giornata dal sapore amaro per il Città di Sestu: i rossoblu incappano in una serata storta e vengono sconfitti per 5-1 per mano di una Leonardo che ha punito ogni minima disattenzione della squadra di casa. Con Ruzzu ed i fratelli Soro in tribuna, Chicco Cocco opta per il quintetto formato da Zanatta, Mura, Renan, Papù e capitan Rufine, sul fronte opposto Tony Petruso risponde con l’ex Erbì tra i pali, Dos Santos, Podda, Perdighe e Bernardo Sanchez "Panucci" I sestesi attaccano sin da subito con Renan che porta pericoli alla porta ospite, poi Papù con una bella volèe manca di poco lo specchio, la Leo attende guardinga ma alla prima occasione passa in vantaggio al 4’32" con Perdighe che gira in controbalzo e spedisce sotto il sette il lancio di Erbì e poi raddoppia con Podda al 6’43", bravo a trasformare uno schema su calcio di punizione. L’uno-due coglie di sorpresa i locali che comunque accennano ad una reazione veemente, Betao, da vero campione quale è, prova a trascinare i suoi ma Erbì è insuperabile e chiude a più riprese la porta sullo stesso brasiliano ed in successione su Rufine, Papù e Renan, dall’altra parte Zanatta si supera su Deivison due volte ed al riposo si va sullo 0-2.

Nella ripresa i rossoblù si lanciano in avanti sin dai primi istanti per raddrizzare la gara ma Erbì decide di prendersi la palma di MVP del match a suon di interventi importanti esaltandosi sulle conclusioni di Mura, Rufine e Renan, gli arancioneri sfiorano la tripla marcatura in ripartenza con Panucci e Podda. Al 12’55" arriva il primo episodio che indirizza il derby verso Cagliari: Mura va a battibeccare con Perdighe, il numero 10 sestese dice qualche parola di troppo ed il duo arbitrale opta per il cartellino rosso. Nonostante l’inferiorità numerica, i campidanesi trovano il gol che accorcia le distanze con il tocco sotto porta di Papù al 13’38", trascorrono poco più di sessanta secondi e Podda ristabilisce le distanze in ripartenza. Nuovamente in doppio svantaggio, il tecnico Cocco opta per Rufine quinto uomo ed i padroni di casa sfiorano il 2-3, Petruso risponde alla tattica schierando Podda portiere di movimento rischiando di subire il gol sul missile di Renan che si stampa sull’incrocio, un’occasione che fotografa alla perfezione la serata del PalaDante. Nel finale, prima in transizione e poi a porta vuota, Dos Santos e Panucci rimpinguano il bottino e mettono la parola fine alla contesa con il punteggio di 5-1 ospite nonostante i numerosi tentativi portati dai giocatori sestesi. Una sconfitta pesante per quanto visto sul rettangolo di gioco per il Città di Sestu, i ragazzi di Cocco hanno da recriminare ma faranno tesoro di questo derby per cercare di muovere la classifica sin dalla prossima trasferta, la prima di questo campionato, sul campo del Città di Massa, cenerentola che ha bagnato il suo esordio in A2 con un successo sul campo dell’Olimpia Regium.