10 Maggio 2019 - Ignazio Caddeo

Il Città di Sestu vuole continuare a stupire nei play-off

Campidanesi a Mantova per difendere il 4-1 dell´andata al PalaDante

SESTU - Dopo il 4-1 arrivato lunedì, il Città di Sestu non ha alcuna intenzione di fermarsi e vuole confermarsi anche in casa del Mantova (domani alle 20 presso il PalaNeolù, arbitri Beggio di Padova e Zanfino di Agropoli coadiuvati al cronometro da Suelotto di Bassano del Grappa) nel return match del primo turno dei Playoff di Serie A2, dove avrà da difendere un vantaggio importante, ma non decisivo, di tre gol.  Nella gara d’andata, i rossoblu hanno sfiorato la perfezione mettendo più volte alle corde la formazione avversaria punendo con freddezza buona parte degli errori altrui oltre a mettere in mostra una fase difensiva da urlo che è ha mancato il clean sheet per soli 40 secondi: "La squadra ha dato lustro alla propria forza come ha dimostrato durante il campionato – afferma raggiante Angelo Casu – Ma quando si arriva a giocare incontri così delicati devi dare qualcosa in più perché ci si gioca una stagione intera che può essere decisa da degli episodi. Penso che la chiave della vittoria sia stata essere riusciti a preparare la partita in modo ottimale durante la settimana grazie al lavoro di tutto lo staff, poi mettere la testa avanti nel punteggio ed avere il pallino del gioco in mano è stato, a parer mio, fondamentale per portare a casa il risultato perché ci ha messo nella condizione di stare sereni senza aver l’assillo di dover rimettere la situazione in piedi come ci è capitato in regular season".

Un famoso proverbio recita "Chi ben comincia è a metà dell’opera" ed i ragazzi di mister Mura, quest’opera, vogliono completarla al PalaNeolù al cospetto di un Mantova avvelenato ed arrabbiato per una prestazione che non ha ricalcato quanto fatto durante l’arco della stagione. In terra lombarda, i sestesi saranno chiamati a disputare l’ennesima prestazione di alto livello per uscire indenni dal parquet virgiliano e con in tasca il pass che vale il secondo turno "Ci attenderà una battaglia come lo è stata in casa nostra – dichiara il classe 1996 – Tutti sappiamo che tre gol di scarto, nel futsal, non sono nulla e noi, in primis, ne siamo coscienti, perciò, fatte le dovute considerazioni, andremo a fare la nostra partita mettendo la massima cura su ogni disattenzione saltata fuori lunedì e sono certo che faremo una grande prova. Il Mantova è una squadra forte che ha delle individualità veramente eccellenti, mi aspetto da parte loro un atteggiamento sin da subito aggressivo e dovremo farci trovare pronti fin dal fischio d’inizio, affrontandoli senza pensare al risultato maturato a Sestu. Quaranta minuti sono lunghi e non dobbiamo fare calcoli, bisogna scendere in campo per vincere perché stiamo lavorando alla grande e non abbiamo nessuna intenzione di fermarci ora".