5 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

Il Città di Sestu inizia l’anno calando il settebello!

Le reti di Ganzetti e Ruggiu completano la cinquina di Hozjan nel 7-2 contro la CDM Futsal Genova

SESTU - Il Città di Sestu continua a martellare: i rossoblu aprono il 2019 con una vittoria, la quarta consecutiva in campionato, sconfiggendo per 7-2 una CDM Futsal Genova falcidiata dalle assenze ma mai arrendevole ed, a tratti, abbastanza scorbutica. Il tecnico locale Mario Mura lascia in tribuna Cau e Soro schierando dal fischio d’inizio Zanatta tra i pali, capitan Rufine, Hozjan, Epp e Dall’Onder, sul fronte opposto coperta corta per l’allenatore ligure Michele Lombardo che risponde con Pozzo, Andrea Lombardo, Mazzariol, Pizetta ed Ortisi, dovendo rinunciare a Luan Costa,  Leandrinho, Core e Foti. Il primo sussulto del match arriva dopo 6 secondi con Rufine che prova a sorprendere gli avversari con un’azione rapida ma la sua conclusione si spegne sul fondo, gli ospiti si trincerano sulla linea dei 10 metri con l’obiettivo di murare l’attacco sestese ma ci pensa Hozjan, con la complicità di Lombardo,  a far saltare il fortino ed il punteggio si sblocca dopo 1’22". Nonostante il vantaggio, i padroni di casa continuano a premere sull’acceleratore sfruttano il momento, Asquer ed Epp vanno alla ricerca della gloria personale ma non trovano fortuna, stesso discorso per Ganzetti e Rufine, chi non sbaglia invece è Hozjan: lo sloveno si trasforma in giocoliere facendo fuori i propri marcatori a suon di finte, poi decide di concludere la sua azione personale con un fendente che si spegne sotto l’incrocio facendo esplodere il pubblico del PalaDante ammaliato dalla qualità dell’ex Civitella.

I sestesi continuano a mantenere il pallino del gioco anche con due reti di vantaggio, Ruggiu prima viene murato da Pozzo e poi non trova la porta, Hozjan fa le prove per l’hat-trick impegnando il numero 1 genovese, la formazione ligure, lasciata passare la tempesta, prova ad affacciarsi nella metà campo sarda e crea qualche grattacapo a Zanatta e compagni con Pizetta e Mazzariol, ma il portierone di casa risponde presente, mentre Luise centra il montante. Per evitare di riaprire la partita, il Città di Sestu alza nuovamente i ritmi andando vicino al gol con Dall’Onder, tacco deviato in angolo ed intervento prodigioso dell’estremo difensore, i genovesi provano a pungere con i brasiliani ma per loro la doccia fredda è dietro l’angolo: Epp intercetta una palla vagante ed anticipa Pozzo, il portiere, in netto ritardo, stende il numero 4 sestese poco prima del dischetto del tiro libero e per i direttori di gara non c’è alcun dubbio, rosso diretto e doccia anticipata, a rendere più pesante l’espulsione ci pensa Ganzetti, letale nell’infilare lo schema su punizione che vale il 3-0 a 2’14" dall’intervallo. Nel finale di tempo c’è ancora spazio per le emozioni:  Lombardo cerca di ridurre le distanze ma viene stoppato da Zanatta, Fois si invola in contropiede ma il suo tiro termina sull’esterno della rete ed all’intervallo si va sul triplice vantaggio campidanese.

Nella ripresa si nota una CDM Genova più arrembante che va a pressare alzando di conseguenza il baricentro, il Città di Sestu prima prende le misure con Ruggiu, poi colpisce ancora con Hozjan al termine di un uno-due con Dall’Onder conclusosi con suolata ad evitare Confortin ed appoggio facile in rete per il 4-0 al minuto 2’58". La rete subita è un colpo al morale degli ospiti, Mazzariol prova a riaprire il match ma la sua conclusione termina a lato, però un errore in fase d’impostazione vale il 5-0 per i sestesi  firmato, stranamente, ancora da Hozjan su invito di Epp. Dato il divario pesante ed una squadra che continua ad attaccare, come dimostrano le occasioni capitate a Ganzetti e Casu , l’allenatore Lombardo lancia Mazzariol come quinto uomo ma al primo errore il numero 10 dei sardi cala il personale pokerissimo che vale il 6-0 al 9’34", la formazione ligure continua ad utilizzare il power-play e viene premiata dalla rete di Luise. Il botta e risposta è continuo: Ruggiu, su invito di Asquer, sigla il 7-1 con un appoggio facile da pochi passi, Ortisi ristabilisce le distanze punendo una disattenzione difensiva su schema d’angolo quando mancano poco meno di 7 minuti alla sirena finale, poi la gara scende inesorabilmente di ritmo e le occasioni si contano sulle dita di una mano con Ruggiu, Fois e Dall’Onder che provano ad ampliare il tabellino dei marcatori mentre, prima del triplice fischio, c’è spazio per l’esordio in A2 del classe 1998 Tola.

Il girone d’andata del Città di Sestu si chiude con una vittoria importante in previsione di una seconda parte di campionato dove i rossoblu dovranno continuare a dimostrare i progressi visti nelle ultime gare a partire dal derby casalingo di sabato prossimo contro il Futsal Ossi, senza Dall’Onder, che verrà squalificato per aver raggiunto le cinque ammonizioni, per rendere anche giustizia alla beffa atroce subita ad Ottobre.