14 Dicembre 2018 - Ignazio Caddeo

Il Città di Sestu chiamato alla verifica L84

Al PalaDante i rossoblu cercano la terza vittoria consecutiva

SESTU - Centrato in un colpo solo sia secondo successo consecutivo e primo acuto esterno, il Città di Sestu non ha intenzione di fermarsi e punta a chiudere il 2018 in maniera trionfale partendo dal match casalingo contro la L84, compagine piemontese con sede a Volpiano.Rientrare a casa con il bottino pieno dalla trasferta di Chiuppano era impresa ardua, ma i rossoblu hanno messo in campo una prestazione solida, andando oltre le difficoltà logistiche e avendo la meglio su una squadra valida tecnicamente ma sotto pressione per una classifica bugiarda. I ragazzi di Mario Mura, con qualche accorgimento e recuperi importanti, sembrano essersi messi alle spalle il periodo buio ed ora viaggiano lanciati all'attacco delle posizioni che contano:  "Rispetto a qualche giornata fa non è cambiato tantissimo- analizza Nejc Hozjan, a segno nell'ultima giornata- Nelle partite precedenti siamo stati sfortunati ma abbiamo continuato sulla nostra strada allenandoci bene e, con il ritorno di Gigi Asquer, uomo d'esperienza e che sa come si vincono le partite, siamo riusciti a ritornare alla vittoria".

La L84 (che i sardi affrinteranno domani (con fischio d'inizio fissato per le ore 16.00 presso la PalaDante di Sestu, arbitri Borgo della sezione di Schio, Suelotto della sezione di Bassano del Grappa coadiuvati al cronometro da Paolo Orrù) neopromossa dalla Serie B, veleggia al quinto posto con 13 punti, una lunghezza sopra i sestesi, ha ottenuto l'unica affermazione esterna proprio in Sardegna, sul campo del Futsal Ossi, e vorrà ripetersi in terra campidanese. I neroverdi allenati da Rodrigo De Lima possono contare si tanti italiani di buon livello ai quali si aggiungono i numeri e la qualità dei vari Rodrigues Miani, capocannoniere della formazione piemontese con 9 reti, Luizinho, Turello, El Adlani oltre che dello stesso player - manager. L'obiettivo è quello di dare continuità alla serie di risultati positivi ed i rossoblu non vogliono mancare l'appuntamento prima della Coppa Italia, potendo puntare anche sull'apporto del nuovo arrivo Epp: "Non conosco bene la L84 ma ho visto che sono una buona squadra- commenta il classe 1996 - Sarà un'altra battaglia, ci sono in palio punti importanti però non abbiamo intenzione di fermarci proprio ora, vogliamo vincere per recuperare il terreno perso". Nejc Hozjan ha solo 22 anni ma alle spalle può vantare sia la massima serie che una promozione ottenuta nello scorso campionato con il Civitella, oltre alle varie esperienze internazionali con la nazionale slovena. In questa stagione ha accettato di approdare in terra sarda con la maglia del Città di Sestu e, dopo un piccolo periodo di ambientamento, ha messo in mostra tutta la sua qualità unita al quel pizzico di sfrontatezza giovanile che lo rende un giocatore veramente importante per l'economia del roster rossoblu. I numeri parlano chiaro, 6 reti in questo scorcio di stagione, e tanti colpi ancora in canna per l'ex Montesilvano, ormai pronto alla consacrazione definitiva: "In questa squadra e con i miei compagni attuali sono sicuro di continuare il mio percorso di crescita ed il mio obiettivo è quello di proseguire la stagione a questi livelli, contribuendo al bene della squadra negli allenamenti e nelle partite. A fine campionato si tireranno le somme, sicuramente il mio pallino fisso è quello ritornare a giocare in Serie A nei prossimi anni".