9 Marzo 2018 - Redazione Isola24Sport

Il Città di Sestu atteso al riscatto a Merano, Ossi con il Grifo, pausa per la Leonardo

CAGLIARI - Dopo la sconfitta sfortunata e beffarda arrivata tra le mura amiche contro l'Atlante Grosseto, in casa Città di Sestu è tanta la voglia di rivalsa e l'occasione per tornare al successo e mantenere vive le chance di promozione diretta passano dalla delicata sfida sul campo del Bubi Alperia Merano, in programma domani alle 15.30 al Palestrone School Village di Merano (BZ), arbitri Beggio di Padova, Volpato di Castelfranco Veneto coadiuvati al cronometro da Saggese di Rovereto. I rossoblù si troveranno di fronte una squadra rinvigorita in questa seconda parte di stagione, forte dei 15 punti raccolti sui 18 disponibili e di una rosa che ha visto tutti gli effettivi disponibili. Gli uomini di Roberto Vanin sono reduci dalla sconfitta ai rigori contro la Virtus Aniene in Coppa Divisione mentre in campionato hanno vinto in casa dell'Atlante Grosseto prima del turno di riposo imposto dal calendario. Nella gara d'andata furono i sestesi ad imporsi per 5-1 grazie alle doppiette di Bonfin e Ruggiu inframmezzate dal sigillo di Asquer per i sardi, Rafinha Caregnato mise a segno il gol della bandiera per i meranesi. La vittoria ottenuta al PalaDante contro gli altoatesini fu il primo di sette risultati utili consecutivi, punti che hanno lanciato i ragazzi di Mario Mura nei piani alti della classifica e che Manuel Erbì vuole continuare a mantenere fino alla fine: "Abbiamo il dovere di crederci fino all'ultima gara – afferma l'estremo difensore- Il prossimo turno ci mette di fronte una squadra tosta che anche nel match di andata ci ha creato non pochi problemi. La rosa dei nostri avversari è di qualità, hanno giocatori importanti come Deilton e Beregula, i numeri nel girone di ritorno sono dalla loro parte ma noi dobbiamo lasciarci alle spalle un periodo non proprio fortunato dove ogni nostro errore viene punito. A Merano sicuramente non ci sarà sicuramente Giulio Mura ed Heder Rufine sarà in dubbio fino all'ultimo: per noi sono due elementi importanti e per sopperire alle loro assenze abbiamo l'obbligo di giocare da squadra e non disunirci per alcun motivo, abbiamo superato tante difficoltà insieme nel corso di queste stagioni e lo faremo ancora".

La settimana prossima Final Four di Coppa Italia e la sorte ha deciso che il Città di Sestu affronterà i padroni di casa del Maritime Augusta, squadra che potrebbe tranquillamente dire la sua anche nella massima serie. Nonostante le urne della Divisione non siano state benevole nei confronti dei sestesi, il portiere rossoblù non se ne fa un cruccio e vede il lato positivo: "A parer mio è stimolante affrontare una realtà come quella siciliana – esclama Manuel – Sfidare giocatori che hanno alle spalle numerosi campionati in Serie A e che hanno dominato in lungo e largo il proprio girone di A2 non capita tutti i giorni e può essere una vetrina importante per tutta la squadra. Non partiremo battuti, metteremo in campo tutto noi stessi e, se non dovesse bastare, stringeremo la mano agli avversari fieri di aver dato il massimo. Ora però dobbiamo pensare al Merano, a portare avanti i frutti del nostro lavoro ed a coltivare un sogno che fino a pochi mesi fa sembrava impossibile: vincere sabato ci darà un'ulteriore iniezione di entusiasmo verso la partita di Coppa". Ossi impegnato con il Grifo, turno di ritorno per la Leonardo.