11 Novembre 2017 - Redazione Isola24Sport

Derby pari e patta tra Città di Sestu e Ossi: finisce 3-3. Leonardo Cagliari schiantata 8-0 a Civitella

CITTÀ DI SESTU: Zanatta, Mura G., Bonfin, Gonzalez, Rufine, Asquer, Casu, Cau, Wilson, Fois, Ruggiu, Erbi. All. Mura M.

OSSI SAN BARTOLOMEO: Argilli, Fiori R., Silon, Foppa, Vagner, Loriga, Ribeiro, Fiori V., Hernandez, Fozzi, Cabras, Picconi. All. Loriga

MARCATORI: 0'07'' p.t. Bonfin (S), 17'36'' Rufine (S), 3'20'' s.t. Fiori R. (O), 3'46'' Silon (O), 6'18'' Asquer (S), 7'55'' Hernandez (O)

AMMONITI: Mura G. (S), Vagner (O), Asquer (S), Argilli (O), Wilson (S), Ribeiro (O)

ESPULSI: al 18'35'' del s.t. Mura G. (S) per somma di ammonizioni

NOTE: al 15'06'' del s.t. Asquer (S) fallisce un calcio di rigore

ARBITRI: Andrea Di Vito (L’Aquila), Luca Moscone (L’Aquila) CRONO: Fabio Loni (Cagliari)

Il gol-lampo di Bonfin e la prima frazione chiusa sul doppio vantaggio facevano presagire il ritorno alla vittoria ma il Città di Sestu si fa raggiungere in 26 secondi, poi si riporta in vantaggio ma un mai domo Futsal Ossi riagguanta i padroni di casa e il derby tra sestesi e ossesi si chiude in perfetto equilibrio: 3-3 e un punto che per entrambe significa muovere la classifica. Per questo match mister Mura lascia Vaccargiu fuori dai dodici e schiera Zanatta, Mura, Gonzalez, Bonfin e Rufine, dall’altro lato mister Loriga, costretto ad inserirsi in distinta, deve fare i conti con squalifiche ed infortuni: out Demartis, appiedato dal giudice sportivo e Mattia Canu per una distorsione al ginocchio risponde con Argilli, Toigo, Roberto Fiori, Silon e Foppa, escludendo dalla lista Dalcin e portando Hernandez nell’unico ballottaggio tra gli ospiti. Inizia la gara ed i padroni di casa sbloccano il punteggio: Zanatta scarica un sinistro verso la porta avversaria dove trova Bonfin ben appostato a correggere la traiettoria in rete e dopo 7 secondi il tabellone recita Città di Sestu 1 Futsal Ossi 0. Nonostante il gol a freddo gli ossesi, oggi in maglia bianca, non demordono e provano a ristabilire la parità con Foppa ma le sue conclusioni o si spengono a lato oppure trovano il portiere locale a ribatterle. Una gara che col tempo diventa blanda e a tratti anche fallosa, dopo 2’32" a farne le spese è Giulio Mura,ammonito dai direttori di gara, un giallo che condizionerà la partita del numero 5 di casa. Si riaffacciano i sestesi dalle parti di Argilli: prima Gonzalez, a conclusione di un’azione personale, spara a lato, poi il portiere ospite risponde presente su Wilson, con quest’ultimo che successivamente si divora un gol a porta vuota su un pasticcio dell’estremo difensore gialloblù. Il Futsal Ossi prova a premere nuovamente ma Silon non centra il bersaglio grosso, sul ribaltamento di fronte Ruggiu saggia la plasticità di Argilli con una conclusione al volo, pochi istanti più tardi però il mancino sestese è costretto ad abbandonare la contesa per infortunio lasciando così Mario Mura con una rotazione in meno. Nonostante i ritmi non altissimi la gara è piacevole ed i due portieri si rendono ancora protagonisti: da un lato Argilli mura le conclusioni di Bonfin e Rufine, dall’altra parte Zanatta si supera su Roberto Fiori, Foppa e Toigo lasciando il punteggio invariato. Dopo la metà di prima frazione Bonfin ha un’altra opportunità per raddoppiare ma il suo tiro si spegne sul fondo, Foppa testa nuovamente i riflessi di Zanatta ma l’ex Cagliari Futsal non si fa sorprendere, negando la gioia del gol anche ad Hernandez. I rossoblù spingono sull’acceleratore e prima con Gonzalez e poi con Mura fanno le prove del raddoppio che arriva al minuto 17’36": ancora Mura protagonista con una parallela verso Rufine, il numero 11 sestese prima disorienta con una finta di corpo il diretto avversario Foppa, poi tocca la palla che prima sbatte su Argilli, poi colpisce la sua gamba e si insacca alle spalle del numero 13 sassarese firmando il 2-0 in maniera fortunosa. Il gol sembra destabilizzare il Futsal Ossi che deve ringraziare Toigo ben appostato sulla linea di porta a conclusione di un’azione personale dove Wilson ha saltato mezza difesa, Argilli compreso, poi la poca precisione di Gonzalez e l’ennesimo miracolo del portiere ospite mandano le squadre al riposo.

Nella ripresa i ragazzi di Loriga partono agguerriti con Foppa che impegna severamente Zanatta e in 26 secondi, dal minuto 3’20" al minuto 3’46" trovano il pari: Roberto Fiori accorcia le distanze al termine di un’azione corale, poco più tardi Silon tutto solo in area firma l’aggancio sul 2-2. I due schiaffi svegliano il Città di Sestu: Gonzalez cerca ancora la prima rete in rossoblu però Argilli non è dello stesso avviso, poi un contatto tra Bonfin e Toigo fa gridare al rigore per i padroni di casa ma i direttori di gara lasciano proseguire. La gara continua a viaggiare su ritmi accettabili e non sembra dare alcun cenno di cambiamento fino al minuto 6 e 18 secondi quando Asquer si presente sul pallone per un calcio di punizione da posizione centrale: il 46enne si conferma letale sulle palle ferme e trafigge Argilli per la rete del 3-2 Città di Sestu. Trascorrono poco più di 90 secondi e il Futsal Ossi ristabilisce la parità: Silon spara un potente diagonale sulla quale Zanatta risponde presente, sulla ribattuta si fionda Hernandez che, con la testa o con la mano, spedisce la palla in fondo al sacco tra le proteste locali che vedono tra i più accesi il direttore sportivo Sandro Mura, allontanato dalla panchina, e Gigi Asquer, ammonito dagli arbitri. La partita si accende in campo e sugli spalti, in un botta e risposta che accompagna le due squadre in campo: Wilson ci prova due volte ma Argilli prima e il palo poi lasciano l’urlo strozzato in gola al numero 10 sestese, Zanatta invece è miracoloso sulla transizione di Hernandez. Al minuto 15’06" l’occasione per cambiare ancora una volta le sorti del match: Bonfin recupera palla in pressing offensivo su Toigo ed entra in area, Argilli lo stende e i direttori di gara decretano la massima punizione, ammonendo l’estremo difensore. Sul pallone va Asquer che spara una fucilata potente ma leggermente alta ed il pallone si stampa sulla traversa, ed il numero 2 ha l’ennesima occasione poco dopo ma la sua conclusione al volo viene deviata in angolo da un superbo Argilli. Ad 1’25" dalla sirena finale arriva l’episodio che potrebbe far vacillare il risultato in casa Città di Sestu: Mura, già ammonito, entra sulla palla controllata da un avversario ma i due direttori di gara vedono troppa irruenza nell’intervento e decidono di estrarre il secondo giallo ai danni del laterale sestese che va sotto la doccia e dovrà saltare la prossima gara di campionato. In inferiorità numerica i sestesi rendono l’onda d’urto grazie ad un maestoso Zanatta, decisivo in almeno quattro occasioni, e al triplice fischio il tabellone recita Città di Sestu 3 Futsal Ossi 3.

-------------------------------------------------------

CIVITELLA SICUREZZA PRO: Mazzocchetti, Galliani, Jelavic, Borsato, Coco, Pereira, Dodò, Hozjan, Di Matteo, Arteiro, Karaja, Tatulli. All. Palusci

LEONARDO: Orani, Deivison, Spanu, Tidu, Etzi, Deplano, Demurtas, Cogotti, Billai, Murgia, Mura, Cossu. All. Catta

MARCATORI: 0'55'' p.t. Jelavic (C), 14'30'' Jelavic (C), 19'24'' Dodò (C), 1'58'' s.t. Hozjan (C), 2'23'' Borsato (C), 5'03'' Jelavic (C), 14'16'' Borsato (C), 18'52'' Karaja (C)

AMMONITI: Di Matteo (C), Tidu (L)

ARBITRI: Stefano Mestieri (Finale Emilia), Alessandro Ghetti (Bologna) CRONO: Gianluca Rutolo (Chieti)

Nulla da fare per la Leonardo Cagliari, che al PalaSantaFilomena, casa del Civitella Sicurezza Pro, accusa la quinta sconfitta stagionale nel campionato di Serie A2 di Futsal. I padroni di casa si impongono per 8-0 facendo valere il proprio indiscutibile tasso tecnico, mentre gli arancioneri, comunque in partita per tutto il primo tempo, hanno dovuto fare i conti con le pesanti assenze di capitan Fabio Perdighe e di Filippo Piaz Il Civitella parte con un quintetto composto da Mazzocchetti, Galliani, Jelavic, Borsato e Coco. Mister Luca Catta risponde schierando Orani, Deivison, Spanu, Tidu ed Etzi. La gara inizia subito in salita per gli arancioneri, colpiti a freddo da Jelavic, abile a battere Orani dopo appena 55’’ di partita. La Leo prova a riportarsi in carreggiata, ma a 14’30’’ deve incassare il raddoppio, sempre a opera dell’universale croato. A poco più di 30 secondi dal termine del primo tempo gli abruzzesi trovano anche il 3-0, stavolta con Dodò. I cagliaritani accusano il colpo psicologico e al rientro in campo cedono di fronte alle offensive, sempre più insistenti, del Civitella, che nei primi cinque minuti della seconda frazione chiude definitivamente i conti grazie alle marcature siglate da Hozjan (1’58’’), Borsato (2’23’’) e ancora Jelavic (tripletta firmata al 5’03’’). Nell’ultima parte di gara i padroni di casa prima amministrano, poi colpiscono nuovamente arrotondando il punteggio. A chiudere il tabellino dei marcatori sono Borsato (14’16’’) e Karaja (18’52’’). La battuta d’arresto non scalfisce il morale della Leonardo, ben consapevole delle difficoltà offerte da un match che l’ha vista affrontare una seria candidata per la lotta al vertice. Mister Catta già a partire da lunedì, proverà a recuperare gli acciaccati e cercherà di preparare al meglio la sfida della prossima settimana, che vedrà gli arancioneri di fronte al vice fanalino di coda Prato. Una sfida assolutamente da non sbagliare in ottica salvezza.