7 Ottobre 2018 - Ignazio Caddeo

Derby in parità: 2-2 tra Ossi e Città di Sestu

Sabato prossimo i campidanesi affronteranno la Leonardo Cagliari

OSSI - Un punto e tanto amaro in bocca per il Città di Sestu, raggiunta sul 2-2 a mezzo minuto dalla sirena finale dal Futsal Ossi nella prima giornata di Serie A2 2018/2019, al termine di una gara dove la dea bendata a voltato più volte le spalle ai rossoblu. I padroni di casa devono rinunciare a Carlos Alberto e partono in quintetto con Zanatta tra i pali, Roberto Fiori, Paolinho, Guandeline e Demartis, il tecnico sestese Mario Mura risponde con Erbì, Rufine, Hozjan, Digao e Dall'Onder, lasciando a casa Asquer per infortunio. La partita viaggia sin da subito su ritmi piacevoli, Demartis e Dall'Onder testano i due estremi difensori, poi il pivot ospite manca la porta da buona posizione. Il Città di Sestu, prese le misure, inizia a spingere sull'acceleratore e spaventa il pubblico locale con la bordata di Hozjan che si stampa sull'incrocio dei pali, inaugurando così la fiera dei montanti, poi è capitan Rufine ad avere un'occasione ghiottissima sul suo destro ma, non essendo il suo piede preferito, cicca la conclusione e la sfera si spegne sul fondo, di contro il Futsal Ossi si difende e riparte pericolosamente, prima Paolinho con un bel tiro al volo non trova la porta però poi passa in vantaggio al minuto 13'35" con Guandeline, bravo nello spingere la transizione 3 contro 2 e battere Erbì con una puntata da posizione centrale.

La reazione campidanese è rabbiosa e veemente, gli ossesi, per contenere le sfuriate rossoblu, sono costretti a ricorrere spesso ai falli arrivando a quota 5 al 15' e commettendo la sesta infrazione, che vale il tiro libero, 40 secondi: Ganzetti sfugge alla guardia di Fiori che lo ferma irregolarmente pochi centrimetri prima dell'area, sul punto di battuta si presenta Rufine che spiazza il portiere gialloblu e firma l'1-1. Qualche istante dopo arriva anche il fallo numero 7 della squadra di Loriga, Ruggiu si incarica della conclusione dai 10 metri però non trova gloria a causa della parata di Zanatta, a 2 minuti dal termine della prima frazione lo scontro di gioco tra Corona e Digao vede quest'ultimo abbandonare la contesa malconcio e sanguinante, condizionando così il resto del match che intanto si chiude sul punteggio di parità all'intervallo. Nella ripresa il leit-motiv della gara non cambia, il Città di Sestu continua a fare i conti con la sfortuna colpendo l'ennesimo legno di giornata con Hozjan legittimando la prestazione al 8' con Dall'Onder, con l'ex Ciampino che elude la difesa del diretto avversario con un ottimo movimento e infila la palla sotto le gambe di Zanatta. Il Futsal Ossi si affida subito alla tattica del quinto uomo sfruttando le qualità del suo numero 1 andando incontro numerose volte alle rete del 3-1: Hozjan prima viene murato e poi colpisce la traversa qualche secondo dopo il palo di Ganzetti, capitan Rufine, Dall'Onder e Ruggiu intercettano palla e colpiscono a porta sguarnita non centrando lo specchio di pochissimo. A 30 secondi dalla fine la doccia gelata ed immeritata per i sestesi per mano dell'ex Zanatta che infila Erbì da 13 metri, sfruttando anche il velo di Paolinho e siglando così il 2-2 finale.