1 Dicembre 2019 - Ignazio Caddeo

A2 Maschile. Citta di Sestu, ancora battuto: Il Saints Pagnano vince 4-2

Continua il momento no dei campidanesi

SESTU - Continua il periodo negativo per il Città di Sestu, sconfitto per la terza giornata consecutiva: al PalaDante sono i lombardi dei Saints Pagnano a festeggiare la vittoria con il punteggio finale di 4-2. Tra defezioni e nuovi innesti, Chicco Cocco schiera un quintetto inedito formato da Zanatta, capitan Rufine, Casu, Papù e la new entry Nuninho, la risposta di Lemma è affidata a Lovrencic, Zaninetti, Mauri, Mejuto e Carabellese. Inizio shock per i padroni di casa, gli ospiti passano sul doppio vantaggio in poco meno di tre minuti con i gol di Zaninetti dopo 26 secondi e Mejuto al 2’50", in entrambi i casi grazie a delle sfere intercettate, in mezzo Casu scheggia il palo e Lovrencic chiude la porta a Rufine. Dopo un breve periodo di assestamento fatto di tante imprecisioni, i sestesi alzano e pressione ed iniziano ad imporre il proprio gioco, senza sbloccarsi, con Stefano Soro ed Asquer, fuori dallo specchio, poi l’estremo difensore avversario chiude in tutti i modi arrendendosi soltanto alla deviazione sotto porta di Nuninho su spunto di Papù all’11’20". Neanche tempo di preparare l’assalto per il pareggio che i Saints ristabiliscono le distanze con Mejuto al minuto 12’53", letale nello sfruttare un anticipo sbagliato ed infilare Zanatta con un dolcissimo tocco sotto. Nel finale del primo tempo si assiste ad un monologo locale sterile, Nuninho e Papù vengono murati da Lovrencic mentre Soro, due volte, e Cau concludono a lato.

Nella ripresa i campidanesi trovano tutti gli sblocchi chiusi, soltanto Casu nelle prime battute impensierisce la retroguardia lombarda mentre sul fronte opposto Zanatta sbarra la strada a Mauri e Zaninetti. Il tempo scorre ed i sestesi ci provano in ogni modo, Soro lotta come un forsennato in proiezione offensiva e Asquer spara da tutte le posizioni, Chicco Cocco si gioca il power-play con Zanatta e Cau sfiora il gol prima che il portiere faccia partire una bordata velenosa respinta in qualche maniera dal suo collega. A 2’50" dal termine la gara si riapre, capitan Rufine alza una palla dolcissima per Asquer che, con una girata da antologia, fulmina Lovrencic ma il gol dell’esperto giocatore è solo un palliativo perché, dopo le clamorose occasioni per Rufine e Cau, Mejuto mette il risultato in ghiaccio realizzando la segnatura del 2-4 definitivo a trenta secondi dal suono della sirena finale. Ennesimo stop per il Città di Sestu, una sconfitta pesante in uno scontro diretto che avrà delle ripercussioni immediate e la settimana prossima i rossoblù sono chiamati a dare una decisa sterzata sul campo della Fenice VeneziaMestre in un match dove ci si gioca una grossa fetta di salvezza.