7 Agosto 2018 - Ignazio Caddeo

Dal minivolley alla Serie A: Ludovica Mele nella prima squadra dell’Hermaea Olbia

OLBIA - Nell’allestimento del roster per la prossima stagione, l’Hermaea Olbia non perde di vista la sua "mission" principale: la crescita e la valorizzazione dei talenti prodotti dal settore giovanile. E proprio in quest’ottica, il club è particolarmente lieto di annunciare che, nel campionato 2018/19, Ludovica Mele farà parte in pianta stabile della prima squadra ricoprendo il ruolo di secondo libero. Nata a Olbia il 14 dicembre 2000, Mele è al 100% un prodotto del vivaio Hermaea, avendo compiuto, fin dal minivolley, l’intera trafila giovanile in biancoblù. Nella stagione appena passata è stata protagonista assieme alle compagne della splendida cavalcata che ha portato la formazione Under 18 guidata da coach Anile a conquistare il titolo regionale di categoria oltre che a sfiorare la promozione in Serie C nella doppia finale contro il Solki Sant’Antioco. L’approdo di Mele in prima squadra rappresenta un importante successo per tutto il progetto Volley Hermaea Academy, mirato proprio alla costruzione "in casa" di giovani prospetti da lanciare in prima squadra. "Sono felicissima per questa chance – ammette Mele – non mi aspettavo una chiamata in prima squadra. Per me si tratta di un bel traguardo, l’Hermaea è la società in cui sono cresciuta e per me questa maglia rappresenta davvero tanto. Inoltre il mio riferimento è sempre stata Simona Degortes, e sarà un onore per me essere al suo fianco".

"Accogliamo Ludovica in prima squadra con grande orgoglio – afferma il tecnico Michelangelo Anile – in questi anni ha dimostrato notevoli progressi. E’ un libero con buona costanza in ricezione e che sta crescendo anche nella lettura del gioco. Avrà l’opportunità di crescere alle spalle di Simona Degortes: sono certo che saprà sfruttare l’occasione". "La soddisfazione per aver portato Ludovica in prima squadra è enorme – commenta il presidente Sarti – è una ragazza che merita a pieno questa possibilità. Il suo arrivo in Serie A testimonia la bontà del lavoro intrapreso ormai diversi anni fa nel settore giovanile. Lavoriamo continuamente per rinforzare il nostro vivaio con l’obiettivo di portare un numero sempre maggiore di giocatrici sarde in prima squadra".