8 Novembre 2019 - Ignazio Caddeo

Virtus Cagliari a caccia del colpaccio a Civitanova Marche, il Cus sul parquet nel posticipo

Le universitarie di scena domenica a Ariano Irpino. riposa il San Salvatore Selargius

CAGLIARI - Alla ricerca del tris di vittorie. La VirtusSurgical Cagliari domani è di scena sul campo del Civitanova Marche (palla a due ore 18) per puntare decisamente a conquistare altri due punti dopo quelli ottenuti nella trasferta di Roma e nella gara interna vinta domenica scorsa contro Livorno. Morale alto e tanta voglia di vincere da parte delle virtussine in questa settima giornata del campionato di serie A2 femminile. Con questi ingredienti la formazione cagliaritana cercherà di espugnare il campo della compagine marchigiana. Non sarà certo facile, ovviamente, perché il Civitanova dopo aver vinto nello scorso turno contro la High School Basket Lab (71-45) vuole cercare tra le mura di casa di incrementare il bottino di punti e magari raggiungere a quota 6 punti proprio le cagliaritane. La squadra di Nicola Scalabroni, parlando di canestri subiti, viaggia allo stesso ritmo della Virtus con 351 punti fatti contro i 358 delle cagliaritane. Per quanto riguarda, invece, la difesa meglio Cagliari con 384 punti subiti contro il 403 delle avversarie di domani. E proprio il grande lavoro in difesa sarà il punto di forza della Virtus in vista del match contro il Civitanova Marche. Federica Brunetti e compagne dovranno chiudere bene tutti i varchi, ma soprattutto prestare attenzione alla guardiadel 1998 Giulia Sorrentino. Per lei finora 105 punti realizzati. Una vero punto di riferimento in attacco per la squadra di coach Scalabroni. Ma non sarà la sola a rendere la vita difficile a Iris Ferazzoli e alla sua squadra. Con il Civitanova gioca anche l’ex Cus Cagliari (A1 stagione 2015/2016) Giulia Gombac, guardia del ’94 con 54 punti finora realizzati. Da tenere sotto controllo anche l’ala del 2000 Giorgia Bocola e l’ala Maria Ortolani. "Andiamo ad affrontare una squadra davvero difficile" - ammette il coach della VirtusSurgical Iris Ferazzoli. "Tra l’altro si gioca in trasferta e sul loro campo le ragazze del Civitanova sono davvero pericolose. Chiederò come sempre alla mia squadra tanta determinazione e voglio che le mie ragazze scendano in campo con la giusta concentrazione. Non dobbiamo commettere errori anche perché andiamo ad affrontare una squadra della nostra fascia e i due punti in palio saranno davvero pesanti.

CUS CAGLIARI. Quattro vittorie in sei gare e il secondo posto in classifica in coabitazione con Ariano Irpino, La Spezia e Nico Basket. È stato entusiasmante l’inizio di stagione del CUS Cagliari, che sabato scorso ha fornito un ulteriore conferma del proprio momento di forma superando con autorità le toscane di Andreoli. Più forti della sfortuna, che ha messo fuori causa prima Zucca e poi Niola, le universitarie sono pronte a dire le loro anche su uno dei campi più caldi del campionato come quello di Ariano Irpino: "A questo punto della stagione – commenta il dirigente Mauro Mannoni – la classifica può risultare ingannevole. Ci sono delle squadre che hanno già osservato il turno di riposo e altre che hanno giocato degli scontri diretti importanti. Le prime, vere somme si potranno tirare soltanto alla fine del girone d’andata. Per il momento, però, ci godiamo con grande soddisfazione il secondo posto. Un risultato non da poco, se si pensa che di recente la rotazione della squadra si è accorciata da dieci a otto elementi". Dopo un duro lavoro coach Xaxa è riuscito a dare alla sua squadra un’identità di gioco precisa e riconoscibile: "E’ così – prosegue Mannoni – specialmente nella metà campo difensiva. Ma credo che pian piano anche in attacco la squadra stia dimostrando delle qualità importanti. C’è un sistema che continua a funzionare anche quando manca qualche interprete, e questa è una caratteristica che mi lascia ben sperare. Abbiamo inserito con successo tre ragazze del 2001 che stanno avendo minutaggi e responsabilità importanti. Il corso inaugurato tre anni fa sta dando i suoi primi frutti" 

Domenica pomeriggio Striulli e compagne proveranno a dire la loro in casa di Ariano Irpino, compagine ambiziosa che fin qui ha fatto registrare un ruolino di marcia identico a quello del CUS. Nell’ultimo turno la squadra di William Orlando ha perso di un soffio in casa della capolista imbattuta Campobasso, confermando di poter stare nei piani alti della classifica: "Andiamo a giocare in una piazza di buonissima tradizione cestistica – aggiunge – quello di Ariano Irpino è un campo sempre ostico. Ci confronteremo con una squadra dal buonissimo livello tecnico, che può contare su giocatrici affermate come Scibelli e Fabbri, peraltro vecchie conoscenze del basket sardo. Per noi si tratta di una partita importante: andremo in casa loro per giocare la nostra partita, sperando che si dimostri un altro buon test. Alla vigilia di Campobasso mi auguravo che la squadra potesse dimostrarsi competitiva in un contesto tecnico e ambientale così complicato, e la stessa cosa faccio stavolta". Squadre in campo domenica alle 15.30 al Palasport di Ariano Irpino, arbitri designati Marco Palazzo e Marco Guarino di Campobasso.