10 Marzo 2019 - Ignazio Caddeo

Troppa La Spezia per il San Salvatore: giallonere ko 72-42

Le ragazze di Staico perdono contatto già dal secondo quarto, e in Liguria incassano la quarta sconfitta consecutiva

LA SPEZIA (LIGURIA) - Nulla da fare in terra ligure per il San Salvatore, che cede per 72–42 in casa della Cestistica Spezzina incassando la quarta sconfitta consecutiva nel campionato di Serie A2. Le giallonere, poco brillanti nella metà campo offensiva, hanno perso contatto fin dalle prime battute non riuscendo a trovare le giuste contromisure all’intensità delle padrone di casa, guidate in attacco da Sarni e Packovski. Il San Salvatore, costretto a centellinare l’impiego della claudicante Cicic, viene inizialmente sorpreso dall’intensità delle padrone di casa, che dopo 2 minuti di gara sono già avanti sul 9-0. Brunetti segna il primo canestro giallonero, ma in un amen le liguri firmano il +10 con il libero trasformato da Olajide. Coach Staico prova a mischiare le carte, e grazie alle iniziative di Pinna e Gagliano il San Salvatore riesce a rosicchiare qualche punticino (-6 sul 18-12). Ma nel finale una fiammata di Sarni porta la formazione di Corsolini nuovamente in doppia cifra di vantaggio al 10’ (22-12). Un secondo quarto a dir poco deficitario dal punto di vista offensivo, con appena 4 punti mandati a segno, fa sprofondare definitivamente le selargine, che a metà partita sono sotto sul -24 (40-16).

Brunetti e compagne non ci stanno a subire un passivo così pesante, e dopo la pausa tornano in campo con maggior determinazione. Le percentuali basse al tiro, però, non aiutano, e La Spezia non ha difficoltà nel tenere a distanza di sicurezza le avversarie, blindando il risultato già al 30’ sul 57-31. Gli ultimi dieci minuti di partita sono pura accademia per una Carispezia trascinata da super Sarni (19 punti a segno). Coach Staico, dall’altra parte, concede negli ultimi minuti la soddisfazione del parquet alle giovanissime e inizia a pensare alla prossima sfida, in programma sabato 16 marzo contro la vice capolista Palermo. Alla sirena finale il tabellone recita 72 per La Spezia e 42 per il San Salvatore