9 Febbraio 2019 - Ignazio Caddeo

Il San Salvatore Selargius accelera nell´ultimo quarto e doma Savona 80-68

Con Arioli, Brunetti e Lussu in grande spolvero le giallonere battono la squadra di Pollari e cancellano il brusco stop di Pistoia

SELARGIUS - Un ultimo quarto stellare regala al San Salvatore Selargius l’undicesima vittoria stagionale nel campionato di Serie A2. Le giallonere, ancora alle prese con acciacchi e infortuni, sono riuscite a domare le resistenze di Savona grazie a un quarto finale da urlo, chiuso con un parziale di 26-9. Da segnalare le prestazioni individuali di Brunetti e Arioli, entrambe in doppia-doppia: la prima con 20 punti e 10 rimbalzi, la seconda con 18 punti e 10 assist. Il successo consente alla squadra di Staico di consolidare la posizione playoff in attesa dell’impegno di domenica pomeriggio di Civitanova Marche contro l’Athena Roma. Savona, giunta al PalaVienna come terz’ultima forza del girone, dimostra subito di voler fare sul serio, e in avvio mantiene il vantaggio affidandosi prevalentemente alle incursioni di Penz e alle conclusioni dall’arco di Zolfanelli (9-11). Il San Salvatore è sul pezzo, e in chiusura di primo periodo piazza un break di 6-0 che la porta in vantaggio di 5 lunghezze. A una manciata di secondi dalla prima sirena, però, Svetlikova accorcia portando le sue a un solo possesso di distanza (21-18). La formazione di Vito Pollari ha un buon approccio anche al secondo periodo, e con il canestro di capitan Penz si ritrova in vantaggio sul +6 (25-31). Le giallonere provano a imbastire una reazione, ma non riescono a trovare il bandolo della matassa. Le liguri, dunque, scavano il solco portandosi addirittura in doppia cifra di vantaggio (26-36 dopo una "bomba" di Penz). Negli ultimi tre minuti del primo tempo, grazie alle iniziative di Lussu, Arioli e Brunetti, il San Salvatore riesce a rosicchiare qualche punto alle rivali (34-38 al 20’).

Savona è determinata a tornare a casa con due punti importanti in chiave salvezza, e l’avvio di secondo tempo lo testimonia ulteriormente (tripla di Sansalone per il nuovo +10 neroverde). Per il San Salvatore sembra un’altra gara stregata, ma i 5 punti in fila trovati da Gagliano a ridosso del 30’ danno nuova linfa (54-59). Nell’ultimo quarto, finalmente, le padrone di casa si accendono. Brunetti, dalla lunetta, regala la parità a quota 63, poi le selargine sorpassano con Lussu e non si voltano più, colpendo a ripetizione un avversario improvvisamente sulle gambe fino a cogliere il meritato successo sul finale di 80-68. Da segnalare le apparizioni in partita di Pandori e Salvemme, prodotti del vivaio di casa San Salvatore che si stanno pian piano inserendo nelle rotazioni della prima squadra. "E’ stata partita simile andata – commenta coach Staico – c’è stata grande sofferenza due quarti e mezzo, con l’inerzia che è stata spesso nelle mani di Savona. Nel finale le ragazze sono state brave a mettere un valore aggiunto in termini di energia e responsabilità. Hanno dimostrato di volerla vincere a tutti i costi e ci sono riuscite".