5 Ottobre 2019 - Ignazio Caddeo

Tris della Dinamo: Sassari vince a trento 76-73 dopo un ultimo quarto difficile

Fondamentale nel finale la tripla di Jerrells

TRENTO: Kelly, Blackmon, Craft, Gentile, Pascolo, Mian, Forray, Knox, Mezzanotte, Voltolini, King, Lechthaler. All.: Brienza

DINAMO BANCO DI SARDEGNA: Spissu, Mclean, Bilan, Bucarelli, Devecchi, Evans, Magro, Pierre, Gentile, Vitali, Jerrells. All.: Pozzecco

PARZIALI: 23-22, 36-47, 53-59

TRENTO (TRENTINO ALTO ADIGE) - A pochi decimi di secondo dal termine Curtis Jerrells costruisce la tripla della vittoria, al PalaTrento contro la Dolomiti Energia finisce 73-76. Trento parte forte, Miki Vitali risponde ai primi colpi trentini, il parziale dopo 2’30’’ è di 8-3. E’ una Dolomiti energia solida, il Banco fatica a trovare la via del canestro (2/5 al tiro), coach Pozzecco è costretto a chiamare il timeout sul 12-5 di metà quarto. Reazione biancoblu, Bilan ed Evans costruiscono un importante 6-0, tecnico per proteste alla panchina Dinamo, il centro croato fa la voce grossa sotto le plance ed è parità (13-13). Mclean firma il primo vantaggio della serata perfettamente servito da Pierre, corre il Banco con Spissu, minuto per Brienza dopo un parziale di 15-3 (15-20). Evans concretizza il rimbalzo dopo lo 0/2 di Mclean, ultimo minuto ad alta intensità per la Dolomiti, fallo antisportivo di Stefano Gentile su Kelly, Ale Gentile chiude al 10’ sul 23-22. Due triple trentine cacciano il Banco a -7, la Dinamo non abbassa la testa nonostante il 14-2 tra primo e secondo quarto, partita a strappi, Mclean scrive il -1 ma in un amen i biancoblu, complici le palle perse, si ritrovano a -8, Poz chiama il minuto (36-28 al 15’). Male il Banco dall’arco (1/8) fino a questo momento, la tripla di SteGentile ridà fiato e scuote il gruppo, reazione da grande squadra per la Dinamo che regala cinque minuti di show al PalaTrento. Knox commette il terzo fallo personale, Trento si innervosisce e perdere le redini del gioco, Evans e Pierre danno energia, i lunghi biancoblu producono punti, i giganti volano sulle ali dell’entusiasmo, Bucarelli manda tutti negli spogliatoi sul 36-47, il parziale aperto dice 19-0 con un sontuoso 18/21 da due e 25 a 9 la differenza a rimbalzo.

Craft sblocca i suoi e i padroni di casa sin da subito si mostrano con un altro volto in campo, il Banco gioca di squadra e continua a produrre punti, il contropiede è arma efficace, il duo Pierre-Evans con una giocata da Top 10 scrive il 43-56. La Dolomiti Energia rosicchia punti pian piano, calano le percentuali al tiro per il Banco complice la difesa asfissiante degli uomini di coach Brienza, Mclean si conferma prezioso sotto le plance, la Dinamo gestisce il vantaggio e al 30’ è 53-59. Dopo 30’ Curtis Jerrells firma i primi punti personali, espulso coach Pozzecco a 8 minuti dalla fine per somma di falli tecnici, Trento risale fino al -4, il Banco stringe i denti, allo 0/2 dalla lunetta di Jerrells risponde Forray con una bomba, a 4’ dal termine è 58-61. Riesce tutto e bene a Trento, meno alla Dinamo, ancora Forray a guidare la rimonta, immediato timeout di coach Casalone sul 65-64. E’ battaglia vera, pronta risposta su ogni canestro, perfetta parità a due minuti dalla sirena (67-67). Finale da film, Vitali si carica la squadra sulle spalle e firma sei punti consecutivi, Knox per la nuova parità, a 28’’ dal termine Marco Spissu realizza da oltre l’arco per il +3. Trento esce bene dal timeout con la tripla di Knox che vale il 73-73 con 20’’ da giocare, sembra ancora tutto da scrivere con l'overtime all'orizzonte, Casalone affida la regia a Curtis Jerrells che a pochi decimi di secondo dal termine ammutolisce il PalaTrento e fa esplodere di gioia la panchina Dinamo, la bomba vincente vale il 73-76 che consegna al Banco la testa momentanea della classifica e la terza vittoria in tre giornate, la quinta consecutiva tra campionato e Supercoppa. 

LE PAROLE DI CASALONE E GEROSA ASSISTENT COACH DI POZZECCO IN CONFERENZA STAMPA. "Sapevamo che venir qua a giocare sarebbe stato intenso, in un campo caldo con una squadra ben allenata, così è stato. Una partita molto dura, di contatto, ma anche divertente con diversi strappi. I nostri ragazzi hanno fatto un super lavoro, sempre concentrati anche quando siamo andati sotto all’inizio e nel finale, stanno lavorando bene in settimana e soprattutto stanno costruendo ciò che Gianmarco chiede tutti i giorni e cioè il gruppo. Siamo un gruppo, che condivide tanto tempo insieme e si diverte a stare insieme, questa è la cosa importante, la vittoria aiuta il nostro percorso per cui siamo molto contenti. Massimi complimenti a Trento per la super partita".