30 Dicembre 2018 - Ignazio Caddeo

Dinamo show anche a Brescia: Sassari passa sulla Germani 95-71

I ragazzi di Esposito battono una squadra forte dominando fin dal primo quarto la contesa

BRESCIA: Hamilton 15, Abass 17, Dalcò, Laquintana, Cunningham 15, Caroli, Veronesi, Mika 4, Beverly 4, Zerini 6, Moss 4, Sacchetti 6. All.: Diana

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 3, Smith 10, Bamforth 22, Devecchi, Magro 2, Pierre 10, Gentile 3, Thomas 9, Polonara 13, Diop 2, Cooley 21. All.: Esposito

PARZIALI: 13-31; 33-56; 55-82

BRESCIA - Una Dinamo implacabile fin dalla prima frazione espugna 91-75 il PalaLeonessa di Brescia. I padroni di casa partono forte firmando un break di 5-0 con Hamilton, ma si fermano perchè i biancoblù rompono il ghiaccio con Bamforth ed entrano in ritmo con Pierre e Cooley. Il Banco sigla infatto un parziale di 13 punti e mette la testa avanti condotta dal centro americano. Brescia pasticcia in attacco e la Dinamo firma il vantaggio in doppia cifra, al 10’ vantaggio biancoblu: 13-31. Nel secondo quarto la Dinamo prosegue la sua corsa bombardando dalla lunga distanza con Pierre, Bamforth e Smith, scappando fino a +26. La Germani prova ad accorciare con Hamilton, Zerini e Sacchetti. Alla sirena dell’intervallo lungo il tabellone dice 33-56 per gli isolani. Al rientro dalla pausa lunga i padroni di casa provano a rientrare in partita, affidandosi alla coppia Hamilton-Cunningham. I giganti però non ci stanno e continuano a bombardare dall’arco: Polonara e Smith trascinano la squadra, mentre la quarta infrazione sanzionata prima a Thomas poi a Cooley costringe coach Esposito a tenere a riposo i giocatori americani. Il Banco resta in controllo e scrive il nuovo massimo vantaggio (+27) 55-82. Nell’ultima frazione Abass prova a suonare la carica ai suoi firmando un 7-0 in solitaria, l’attacco della Dinamo incespica e si sblocca dopo 4’ di gioco con la bomba di Polonara che dice 62-85. La schiacciata di Cooley mette il punto esclamativo sulla partita dei giganti: il Banco continua la sua corsa e Brescia insegue. Al PalaLeonessa gli uomini di coach Vincenzo Esposito mettono in cassaforte i due punti in palio e si impongono 71-95.

Logica la grande soddisfazione in sala stampa da parte di coach Vincenzo Esposito: "Sono davvero felice per la vittoria e per i ragazzi che nelle ultime settimane hanno lavorato duro sapendo che non mancava tantissimo per crescere. I ragazzi hanno sofferto molto perchè tante volte, anche per colpa nostra, non siamo riusciti a fare il salto in avanti per essere una squadra migliore. Credo che nelle ultime due partite, sia in casa contro Pesaro che questa sera, abbiamo dimostrato che c’è un processo di crescita in atto: c’è ancora tanta strada da fare ma lavorare con le vittorie come questa, fuori casa contro una squadra nella nostra stessa posizione in classifica, ti permetta di tornare in palestra con la consapevolezza che il cammino è quello giusto. Questa sera siamo stati bravi perché anche nel momento in cui Brescia ha mischiato le difese e noi abbiamo sbagliato qualcosa, siamo rimasti sul pezzo mentalmente: credo che ciò che stia facendo la differenza in queste ultime due partita sia la qualità di reazione agli errori sia difensivi che offensivi. Ci godiamo la vittoria ma già da martedì sera dobbiamo lavorare per preparare l’importante sfida che ci attende in casa contro Trieste, una delle squadre più in forma del momento: vogliamo fare bene davanti al nostro pubblico. Non sono un amante delle statistiche ma questa sera oltre ai rimbalzi, dove anche questa sera abbiamo avuto la meglio, siamo stati bravi alla voce assist e nella differenza palle perse-palle recuperate: dimostra che se questa squadra riesce a rimanere in questo range di 8-9 palle perse e recuperate può giocare una pallacanestro più consona ai suoi giocatori".