16 Novembre 2019 - Redazione Isola24Sport

Dinamo formato Champions League anche contro Reggio Emilia battuta 100-81

I sassaresi di Pozzecco congermano di essere in un grande mpomento tra campionato e coppa europea

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 2, Mclean 13, Bilan 17, Bucarelli, Devecchi ne, Evans 20, Magro ne, Pierre 19, Gentile 2, Vitali 14, Jerrells 13. All.: Pozzecco

REGGIO EMILIA: Johnson-Odom 13, Fontecchio 11, Pardon 8, Candi 3, Poeta 20, Vojvoda, Infante 3, Owens 8, Upshaw 15, Cipolla, Diouf ne, Mekel ne. All.: Buscaglia

PARZIALI: 30-26, 51-42, 75-58

SASSARI – Spettacolare Dinamo! Non occorre aggiungere altro per il successo ai danni di Reggio Emilia, sconfitto 100-81, nonostante in avvio in salita. Infatti le triple di Fontecchio e Candi scrivono il 6-10 iniziale, parziale che costringe la panchina al time-out dopo appena 3’ di gara. Al ritorno sul parquet Pierre accende il Banco, duello Spissu-Johnson Odom, Miki Vitali piazza la tripla del -1 ma Upshaw dall’angolo punisce un Banco distratto in difesa, 14-18 a metà del primo quarto. SuperMiro Bilan con un gioco da tre punti firma il primo sorpasso sassarese, la Dinamo trova di fronte a sé una Pallacanestro Reggiana compatta che dà filo da torcere alla banda biancoblu. Rotazioni per Pozzecco, buon impatto di Mclean appena entrato sul parquet, la Dinamo si stringe in difesa e con Evans concretizza il primo mini allungo, dalla lunetta gli ospiti rimangono a contatto ma il solito Jerrells chiude a fil di sirena sul 30-26. Vojvoda esce per un problema alla caviglia, Mclean in contropiede chiude il parziale di 6-2 che costringe Buscaglia al minuto di sospensione in avvio di secondo quarto (36-28). Gioco da quattro punti di Miki Vitali e +12 Banco, è basket champagne al PalaSerradimigni, Spissu supera quota 200 assist con la maglia biancoblu, i giganti strappano applausi e Reggio Emilia fatica a tenere il passo, Johnson-Odom e Owens nel finale rendono meno pesante il passivo, all’intervallo è 51-42.

La Dinamo riparte, dopo la pausa, a tutta velocità e completa un parziale di 9-0 che spinge Reggio sotto di 18 lunghezze, tecnico per proteste ai biancoblu, Bilan vola oltre la doppia cifra come ormai succede da sei partite in LBA, Evans inventa, Buscaglia chiama ancora timeout (65-44 al 24’). Gli ospiti con le triple di Poeta e Fontecchio provano a scuotersi, il Banco perde un po’ di lucidità sul finire del terzo quarto, al 30’ il punteggio dice 75-58. Tecnico in avvio di ultima frazione per Reggio Emilia, Jamel Mclean sale a quota 13, reazione Grissin Bon e sono solo 11 i punti tra le due squadre, negli ultimi cinque minuti del match gli uomini di Buscaglia provano a riaprire il match, Jerrells si carica la squadra sulle spalle e gestisce il gioco, Dyshawn Pierre nel momento di massima difficoltà firma cinque punti importantissimi, ultimo timeout del match, il Banco riprende la sua corsa e con tre azioni spettacolari chiude la pratica Reggio Emilia, tutti in piedi ad applaudire i giganti, finisce 100-81.

LE PAROLE DI POZZECCO IN SALA STAMPA. "Perdonate il mio sentimentalismo, vedere giocare così Peppe Poeta è un vero piacere. Gli faccio i complimenti, lo avevo detto anche prima della partita che è un ragazzo straordinario e un giocatore che non molla mai. Per Reggio Emilia è stata una partita condizionata dalle assenze, sapevamo sarebbe stata una partita complicata, la loro difesa a zona ha tolto un pizzico di fluidità al nostro gioco. Mi complimento con i ragazzi, quando vai sopra di venti non è facile tenere alta la concentrazione, ho visto ulteriori segnali di crescita da Mclean, nel finale l’ho tolto perché avevamo bisogno di Bilan. Abbiamo la fortuna di scambiare questi due giocatori, siamo molto contenti".