12 Marzo 2018 - Redazione Isola24Sport

Dinamo, contro la Cremona degli ex vittoria che pesa tanto in una classifica equilibrata per un posto nei play-off

SASSARI - Alla fine è stata la Dinamo a festeggiare due volte. Prima della partita condividendo e rendendo omaggio, com'è giusto, ad un pezzo fondamentale della propria storia: i due Diener, coach Meo Sacchetti e sullo sfondo il triste, sbiadito e marginale ex Johnson-Odom ; alla fine celebrando per se, da sola e con i tifosi del PalaSerradimigni, un successo fondamentale nella corsa ai play-off con una diretta concorrente. Perché quello che rimane veramente dalla competizione sportiva di ieri, oltre i baci e gli abbracci, è che Sassari ha non solo superato la Vanoli Cremona per 102-86 ma ha ribaltato differenza canestri e quindi scontro diretto rispetto al -15 subito al PalaRadi nel girone di andata. La conseguenza è che la Dinamo oggi è pienamente dentro le prime otto papabili per i play-off con due punti di vantaggio su Cremona, praticamente quattro proprio per le considerazioni relative agli scontri diretti. Attenzione, però: in pochi punti ci sono sette squadre, a partire dalla Fiat Torino a quotpays  e posizionata al quinto posto, passando per Sassari, Bologna, Trento, Cantù ed appunto Cremona. Senza dimenticare Reggio Emilia che potrebbe affiancare presto questa nutrita truppa. Questo cosa vuol dire? Solo che la Dinamo si è rimessa pienamente in corsa per la post season ma deve cercare la continuità se non vuole confermarsi tra le elette. Il successo contro la Vanoli può essere considerato una bella spallata in questo senso. La partita ha offerto tutto il meglio ed il peggio di due squadre che fanno dell'attacco la loro arma migliore e della difesa, fase in cui c'è tanto da lavorare. Questa volta ha prevalso la Dinamo Banco di Sardegna proprio grazie al lavoro fondamentale in difesa di Marco Spissu in particolare, con Josh Bostic e Rok Stipcevic a supporto. Soprattutto nell'ultimo quarto si è fatto sentire il lavoro forse meno evidente dell' enfant du pays a sporcare molti attacchi e quindi a recuperare palloni importanti per la vena dei bombardieri sassaresi guidati da un'incontenibile Polonara. Con lui, i protagonisti vividi di una grande prestazione della Dinamo, sono stati Bostic e Planinic, tutti con almeno il ventello nel carniere.

In più, la ciliegina sulla torta l'ha messa Dyshawne Pierre con la tripla nei secondi finali a sancire vittoria ed un +16 che potrebbe rivelarsi decisivo alla fine di questa stagione regolare. Un capitoletto a parte meritano Bamforth ed Hatcher. I due hanno giocato complessivamente meno rispetto al solito perché la concorrenza è di nuovo, e per fortuna, abile ed arruolata, oltreché competitiva. Non si può negare, tuttavia, che il buon Scott è da qualche tempo lontano dalla migliore condizione psico-fisica che lo ha imposto all'attenzione di tutti come uno dei migliori stranieri di questo campionato. Forse Bamforth, come si dice, sta solo rifatando: certo è che Sassari non può fare a meno per troppo tempo del suo migliore giocatore. Il discorso è ancora diverso per Hatcher. Contro la Vanoli  il play guardia americano è rimasto a zero ma il suo contributo alla causa biancoblu non può essere certo considerata consistente dall'inizio della stagione, nonostante qualche picco di grande livello. Ora Sassari è già focalizzata sull'impegno nella Fiba Europe Cup. Dopo il +17 maturato la settimana scorsa nella gara d'andata al PalaSerradimigni, i giganti mercoledì sono attesi in Francia per il ritorno con il Le Portel, compagine non certo tra le migliori del campionato transalpino. Il passaggio del turno è alla portata dei sassaresi ma bisogna giocare con testa e con la cattiveria agonistica adeguata. Può essere l'occasione per Pasquini, se le condizioni glielo permetteranno, di dar fondo alle rotazioni per gestire nel miglior modo possibile le risorse.

MICHELE DETTORI

La classifica dopo 21 giornate:
EA7 Emporio Armani Milano e Umana Reyer Venezia 32
, Sidigas Avellino 30, Germani Basket Brescia 28, Fiat Torino 24, Banco di Sardegna Sassari, Dolomiti Energia Trentino, Red October Cantù e Segafredo Virtus Bologna 22, Vanoli Cremona 20, Grissin Bon Reggio Emilia 18, Openjobmetis Varese 16, The Flexx Pistoia 14, Happy Casa Brindisi, 12    Betaland Capo d'Orlando e VL Pesaro 10.