10 Agosto 2019 - Ignazio Caddeo

Verso il mondiale. L´Italia batte 72-54 il Venezuela e chiude il trittico di Verona. Noente campionato per Vitali

Azzurri in controllo per tutta la gara. Il neo giocatore della Dinamo escluso da Sacchetti, Moscarini e Ciancirini

VERONA (VENETO) - L'Italia batte 72-54 il Venezuela e chiude il trittico di Verona, in vista del mondiale al via a fine mese. Inizio favorevole alla squadra Sudamericana, Colmenares va a segno a ripetizione e gli ospiti dominano a rimbalzo d’attacco, 9-4 dopo 4 minuti di gioco con Italia capace di segnare dal campo con il solo Belinelli. Biligha prova a farsi strada sotto canestro, Awudu Abass realizza da lontano ed arriva così il sorpasso, con le due triple in fila del giocatore di Brescia. Filloy prova l’allungo sul +7, il Venezuela non molla ed è 20-14 al termine del primo quarto. Pietro Aradori in contropiede approfitta delle banali palle perse avversarie: assist per Ricci e canestro del neo Fortitudo, 25-18 per gli uomini di Sacchetti, a tratti disattenti in particolare in area pitturata in difesa. L’Italia non riesce a convertire lo sforzo produttivo a rimbalzo d’attacco, la palla circola bene e Della Valle non sbaglia, regalando la prima doppia cifra di vantaggio al 14’. Tessitori sfrutta bene il corpo spalle a canestro, la guardia dell’Olimpia punisce in transizione e grazie all’ottima difesa di squadra i padroni di casa si confermano avanti, 35-20 a due minuti dal riposo. Mijares trova la tripla di tabella, è 38-28 all’intervallo lungo a Verona.

Italia in controllo nei primi possessi del terzo periodo, qualche errore in finalizzazione ma i Venezuelani non ne approfittano, lontani sul -13 dopo la bella penetrazione di Abass ed i punti da Biligha. Gli ospiti non demordono ma gli Azzurri rispondono colpo su colpo, Ricci stupisce con l’elegante step-back in stile Nowitzki ed il quarto termina sul 53-38 per l’Italbasket.
Ultimo parziale di pura amministrazione per la squadra di casa, l’Italia batte il Venezuela senza patemi e chiude al secondo posto il torneo di Verona, successo finale 72-54.