30 Novembre 2018 - Ignazio Caddeo

Tempo di derby tra GSD Key Estate Porto Torres e DinamoLab Sassari

La gara ritorna dopo lo stop della scorsa stagione

CAGLIARI - Trasferta logisticamente agevole per il GSD Key Estate Porto Torres, che domani alle ore 18, sarà di scena sul parquet del PalaSerradimigni di Sassari per il derby sardo della Serie A di basket in carrozzina, con la Dinamo Lab Sassari. L’incontro è valido per la quarta giornata di andata del massimo campionato Fipic. La Key Estate arriva all’appuntamento dopo la sconfitta interna rimediata per mano della DECO Group Amicacci Giulianova, decisa a risollevare prontamente la testa. Il derby con Sassari manca da due anni, avendo Dinamo Lab disputato, l’anno scorso, la Serie B. Con i sassaresi chiamati, quest’anno, a "sostituire" nella massima categoria la rinunciataria Padova, la "partitissima" è tornata. Dinamo Lab ha avuto un avvio di campionato complicato, in cui ha disputato tre gare ad alto quoziente di difficoltà, in casa del S. Stefano, col Giulianova e con i campioni d’Italia del Cantù. E’ attualmente ferma a quota zero punti in classifica, ma attivissima sul mercato. Contro il GSD Porto Torres, infatti, esordirà l’ultimo tesserato in ordine di tempo, il punti 4.0 classe ’76 Antonio Serio, arrivato dal Bic Genova, che gioca la Serie B.

Poco più di una settimana fa, invece, coach Fabio Raimondi aveva accolto l’argentino Cristian Matias Gomez, dopo aver rinunciato al sardo Giampietro Simula. Gomez ha iniziato la sua avventura sassarese firmando 18 punti con Cantù, come il suo allenatore-giocatore; sono proprio Gomez e Raimondi, insieme all’Azzurro Claudio Spanu, le punte di diamante del roster. "E’ arrivato il momento del derby – dichiara il presidente del GSD Porto Torres, Bruno Falchi – E’ sempre una partita speciale perché, è inutile negarlo ed essere ipocriti, sia noi che loro ci teniamo in modo particolare. A nessuno piace perdere e a nessuna delle due squadre piace arrivare "seconda" nello stesso campionato, nella stessa regione, che rappresentiamo a livello nazionale. In queste partite non ci sono favorite, ma sono certo che in campo sarà una grande battaglia agonistica, fino all’ultimo tiro e all’ultimo secondo. Ecco, questo sarà certamente il nostro spirito".