12 Gennaio 2019 - Ignazio Caddeo

GSD Key Estate Porto Torres battuta 72-68 sul parquet di Cantù campione d´Italia. Impresa sfiorata

Colpo DinamoLab Sassari: espugnata Bergamo 65-50

CANTU' (LOMBARDIA) - Il GSD Key Estate Porto Torres sfiora l’impresa sul campo della capolista imbattuta UnipolSai Briantea84 Cantù, nell'ultima giornata di andata della Serie A di basket in carrozzina. La squadra guidata da coach Lamine Sene ha ceduto al team lombardo per 68-72, al termine di una gara bella e combattuta per lunghi tratti. Qualche recriminazione, in casa GSD, per un primo quarto non brillante, ma il resto della gara ha fornito ottime indicazioni. La contestuale vittoria di Giulianova e la sconfitta di Roma, fanno chiudere il girone di andata alla Key Estate al quarto posto. Le "magnifiche quattro" della Coppa Italia, dunque, saranno, in ordine di classifica, Cantù, S. Stefano, Giulianova e Porto Torres. Nel primo quarto Cantù tiene saldamente in mano le redini dell’incontro, mentre il GSD non riesce a trovare la quadratura del cerchio. I padroni di casa trovano il vantaggio in doppia cifra a 4’ dalla prima sirena (13-3) e arrivano fino al +14, 19-5, quando mancano 49" dalla fine del periodo. I primi 10’ si chiudono poi con due liberi di Sargent, per il 19-7 canturino. La Key Estate reagisce nella seconda frazione, sempre con capitan Sargent e Falchi. Il periodo si apre con un parziale biancoblù di 6-0, che vale il 13-19 a 7’17" dall’intervallo. La panchina canturina chiama immediato timeout ed al rientro in campo Raourahi mette a segno un tiro libero. Ma ora la Key Estate c’è e "tiene botta". Si sbloccano anche Filipski e Bandura e si va negli spogliatoi per la pausa lunga sul 32-24 per la Briantea. Partenza lanciatissima della UnipolSai in avvio di terzo quarto. Sagar e, soprattutto, Berdun portano la propria squadra sul 40-24, a 8’25" dalla terza sirena. Filipski si carica il GSD sulle spalle e la gara, in certi momenti, diventa davvero entusiasmante. A 3’17" dal termine della frazione, la Key Estate è a -7, 42-49. Mosler e Bandura danno man forte a Filipski ed il GSD chiude il periodo perfettamente in partita, sul 49-53. Botta e risposta tra le due squadre in avvio di ultimo quarto. La Key Estate ha l’opportunità di arrivare sul -2, ma non riesce a sfruttarla e subisce la reazione di Cantù. A 4’29" dall’ultima sirena i padroni di casa sono nuovamente sul +10, 65-55. Ma il match è tutt’altro che finito. Filipski è in trance agonistica e trascina i suoi, Mosler segna il -3, 68-71, a 38" dalla fine. Dall’altra parte Berdun sbaglia due tiri liberi, ne infila uno Carossino e per il GSD non rimane tempo. 

DINAMOLAB SASSARI. Una squadra combattiva e agguerrita si è imposta 65-50 nella sfida della 7° e ultima giornata di andata del campionato di serie A di basket in carrozzina su Sbs Montello. I ragazzi di coach Fabio Raimondi espugnano il campo lombardo in un match in equilibrio in tutto il primo tempo e deciso da un ottimo secondo tempo degli isolani. Una vittoria importante per Spanu e compagni per ricucire lo scarto con il quarto posto della classifica e allontanarsi ulteriormente dalla parte bassa: grande prestazione dell’argentino Cristian Gomez che ha messo a segno una doppia doppia da 29 punti (top scorer del match) e 25 rimbalzi. Coach Fabio Raimondi entra in campo insieme a Spanu, Serio, Gomez e Butkevicius, Bergamo risponde con Gabranovs, Carrara, Airoldi, Elhadji e Gabas. Ad aprire le danze è Cristian Gomez, Elhadji risponde per i padroni di casa: Bergamo allunga con Gabas, i sassaresi si riportano in parità con un break di 4-0 di Gomez. Butkevicius si iscrive alla causa e il capitano Spanu segna il canestro che al 10’ dice parità: 12-12. Nella seconda frazione il trio Serio-Gomez-Butkevicius spinge avanti gli isolani con un 8-1 che firma il +7. Gabas accorcia per i lombardi ma il libero di Gomez chiude il primo tempo 23-27. Al rientro dall’intervallo lungo i padroni di casa si riportano in partita con Elhadji e Gabas: Bergamo sigla un parziale di 7 lunghezze, giocatore argentino riporta i suoi a un solo possesso di distanza ma Raimondi e Gomez rispondono con autorità (36-40). L’ultima frazione si apre con un break di 7-0 degli isolani, Gomez mette la firma sul +12. Bombardieri e Gabas conducono il tentativo di rimonta dello Special Sport, ma la difesa isolana è solidissima: i ragazzi di coach Raimondi si impongono 50-65 e iniziano il 2019 con una bella vittoria in trasferta.