9 Ottobre 2018 - Ignazio Caddeo

Presentati a Cagliari i Mondiali Melges 20 e 32 al via al Poetto

Le due sfide iridate, organizzate dallo Yacht Club Cagliari, in programma da domani a sabato e dal al 20

CAGLIARI - La classe Melges torna nelle acque del poetto, per l’ultimo, doppio importante appuntamento del ciclo di cinque regate internazionali che hanno portato nel capoluogo sardo equipaggi di punta del panorama velico internazionale in rappresentanza delle flotte Melges 20 e 32, due delle massime espressioni della vela one design a livello global. Dopo il successo dei due Final Act dei circuiti di classe, e preparato il terreno lo scorso fine settimana con il campionato russo, sono stati presentati questa mattina in conferenza stampa, presso l'Assessorato regionale al Turismo della Regione Sardegna, i due prossimi appuntamenti: i Campionati Mondiali Melges 20 e 32, che si correranno da domani mercoledì 10 ottobre a sabato 20 ottobre sotto l’egida dello Yacht Club Cagliari col patrocinio del Comune di Cagliari e il supporto dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna e della Regione Autonoma della Sardegna. Il quartier generale degli eventi sarà ancora una volta nel cuore del porto di via Roma, nel centro storico cittadino. . Ad aprire le ostilità, il Mondiale Melges 20, che si prennuncia molto equilibrato e combattuto. Fino a sabato, 37 equipaggi di tutto il mondo, si daranno battaglia nel campo di regata cagliaritano, tra i più apprezzati a livello internazionale. Undici, le nazionalità in mare, tra cui si registra – novità assoluta – la presenza del Giappone. In prima linea i campioni uscenti, gli statunitensi di Pacific Yankee, guidati da Drew Freides. A insidiarli, e puntare allo scettro, l’italiana Brontolo di Filippo Pacinotti, vincitrice della Melges World League European Division. Da tenere d’occhio anche Russian Bogatyrs di Igor Rytov, vincitore sempre a Cagliari proprio della tappa finale della World League. Da mercoledì 17 a domenica 20 ottobre, toccherà invece ai Melges 32, darsi battaglia per il titolo iridato, attualmente a bordo di Tavatuy dell’armatore russo Pavel Kuznetsov. Anche in questo caso, troverà un equipaggio italiano a fronteggiarlo: Giogi di Matteo Balestrero, che si era aggiudicato sia la tappa conclusiva che la vittoria della World League. Sulla linea dello start, attesi diciannove equipaggi, provenienti anche da Svizzera e Giappone. 

Per entrambi i campionati, è prevista la disputa di massimo dieci regate (non più di tre al giorno) sul percorso a bastone che esalterà la preparazione tecnica degli equipaggi. Oltre all’aspetto puramente agonistico, la presenza delle regate Melges a Cagliari rappresenta una grande opportunità per tutta la città e il suo tessuto economico. Nel corso delle cinque regate cagliaritane, le centinaia di persone presenti tra atleti, accompagnatori e addetti ai lavori, avranno generato un indotto totale superiore a 1 milione di euro. A ciò si aggiunge la grande visibilità, prodotta dai media nazionali e internazionali che rilanciano le notizie legate alle regate alla potenzialità e bellezza del campo di regata cagliaritano.   Per Barbara Argiolas, Assessora al Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna. "La vela è uno dei driver economici di Cagliari e della Sardegna. Eventi come questo rientrano in un progetto più ampio, per costruire un'idea di destinazione che metta la vela al centro, dove l'elemento mare sia sorretto da infrastrutture e da professionalità di altissimo livello e dalle capacità organizzative che abbiamo dimostrato di avere".Massimo Deiana, Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna afferma invece. "Il mare di Cagliari offre condizioni ottimali per la pratica della vela tutti i giorni dell'anno, il porto di Cagliari sta investendo molto sulla vela, abbiamo dedicato una parte pregiata del porto - il molo Icnhusa - a Luna Rossa e alla Federazione Italiana Vela, che qui hanno realizzato rispettivamente la loro base operativa e il centro di addestramento federale"

Questo invece quanto affermato da Alberto Floris, presidente dello Yacht Club Cagliari. "Il livello di queste regate è altissimo e siamo felici che la classe Melges ci abbia affidato l'organizzazione; senz'altro il suo valore aggiunto sta proprio nella location al centro di Cagliari e nel porto di via Roma, che consentono ai regatanti di godere a pochi passi di tutta la bellezza e dei servizi offerti dalla città, poterla conservare in futuro darebbe alla città una grande occasione di visibilità". Infine dice la sua anche Stefano Bareggi, Melges World League. "Un grazie sincero va allo Yacht Club Cagliari e a tutti gli enti che ci stanno supportando in ogni aspetto logistico e organizzativo: i nostri armatori stanno apprezzando molto una realtà davvero unica, dove un campo di regata perfetto si sposa con una città ricca di possibilità. Torneremo senz'altro l'anno prossimo e possiamo già annunciare il Mondiale Melges 24, con oltre cento equipaggi presenti".