14 Settembre 2016 - Redazione Isola24Sport

Il ´Round Sardinia Race 2016´ si avvicina, Andrea Mura: "Siamo emozionati"

CAGLIARI - Sempre più vicina la partenza della Round Sardinia Race, circumnavigazione in senso antiorario della Sardegna in 5 tappe per (ri)scoprire un mare fantastico e località da sogno, realizzata con il supporto della Regione Autonoma della Sardegna. Il briefing è previsto per venerdì 16 a partire dalle ore 19 presso la sede della Società Canottieri Ichnusa. Si tratta di un momento importante per la Sardegna, in quanto per la prima volta dopo tanto tempo è stato possibile organizzare un evento di portata internazionale che coinvolge tutta la Sardegna e che sarà in grado di rilanciare l’immagine dell’isola in Italia e altrove. ‘Round Sardinia Race’ andrà alla scoperta di angoli segreti e affascinanti dell’isola, anche attraverso un concorso foto & video che vedrà la partecipazione di giornalisti, fotografi e film-maker. Gli organizzatori hanno voluto che questa prima edizione assumesse la formula della veleggiata e non della regata agonistica per dare a tutti la possibilità di partecipare e navigare a vela allo stato dell’arte con lo scopo di farsi carico della promozione della vela d’altura in Sardegna. Previste anche iniziative dedicate al risparmio energetico, allo sviluppo sostenibile e all’avvistamento dei cetacei, maggiori dettagli verranno forniti durante il brief.

"Siamo tutti emozionati – afferma Andrea Mura, ideatore dell’evento – gli sforzi fatti finalmente vengono premiati e tra poco si parte. Tra i partecipanti, ospitiamo imbarcazioni che fanno della vela un potente strumento di inclusione sociale e personale, come Tex di Simone Camba (con un equipaggio di ragazzi colpiti da provvedimento penale sulla strada del reintegro socio/lavorativo), come i volontari della "Vela Solidale" che porteranno a bordo ragazzi colpiti da spina bifida, come Ariel, che vede la presenza dell’atleta Cristina Sanna, la quale sperimenterà gli accessori nautici creati dal Team Smart Sailing adatti a persone con mobilità ridotta." 

FONTE: Ufficio Stampa Vento di Sardegna