2 Dicembre 2019 - Ignazio Caddeo

Norbello donne show: successo per 4-2 sulla Eppan Tischtennis e Cappa Italia centrata

Giulia Cavalli grande professionista

CAGLIARI - C’è allegria ovviamente. il Norbello donne mette in atto un altro colpaccio, battendo 4-2 in trasferta l'Eppan e si assesta solitaria al terzo posto. Inoltre guadagnato l’accesso alla Coppa Italia che si terrà a Terni l’11 e 12 gennaio 2020. Estrema contentezza in vista anche degli impegni, sulla carta facili, contemporanei alla due giorni norbellese infarcita di eventi paralimpici, sabato 7 dicembre 2019, e sublimati dal Trofeo Internazionale nel giorno dell’Immacolata.  "Ci godiamo questi istanti meravigliosi prima di rimetterci in moto nella preparazione dei prossimi impegni – sottolinea Simone Carrucciu – che ci terranno sotto torchio per tutta la settimana. Ringrazio gli atleti per l’impegno assiduo, festeggeremo tutti assieme in occasione del Trofeo. Un forte abbraccio anche a Eliseo Litterio che è riuscito ad ottenere due risultati non facilmente prevedibili".

LA PARTITA. L’inizio delle giallo blu è esplosivo con l’uno – due targato Chiara Colantoni, fortunatamente ancora in grado di gestire dignitosamente (in quattro set, opposta ad Evelvn Vivarelli) il problema alla spalla e Giulia Cavalli, leonessa indomabile, contro un’avversaria storica chiamata nientepopodimeno che Debora Vivarelli con la quale ha condiviso la stessa esperienza nella società di Appiano sulle Strade del Vino. Camilla invece deve fare i conti con l’ex di turno Diana Styhar: come nel match precedente, c’è bisogno della quinta frazione per determinare la vincitrice; la pongista ucraina si mostra particolarmente decisa e vogliosa di dare una svolta ad una stagione non cominciata nel migliore dei modi. La franco – argentina fa quel che può ma alla fine l’Eppan accorcia le distanze. Tutto si rimette in perfetta parità dopo che Chiara deve cedere il passo a Debora (3-1): nel quarto parziale ha sciupato un vantaggio di 9-4 e i set perduti in precedenza si sono risolti ai vantaggi. Ma le ospiti non ci stanno: una Camilla particolarmente motivata non lascia spazi d’azione ad Evelyn che viene sconfitta col minimo indispensabile. Il capolavoro lo firma Giulia Cavalli, ancora con il dente avvelenato per la doppia sconfitta personale patita con il Quattro Mori. Con Diana è sfida all’ultima retina.. visto che la brava magiostrina agguanta la vittoria al quinto set proprio grazie ai giochi aleatori della sfera in plastica che nello scambio precedente avevano sorriso alla pongista di Odessa. Ma è stata una partita dai più volti, anche perché l’ospite aveva preso due set di vantaggio prima che Diana suonasse la carica utile a rimetterla in carreggiata. Il Quattro Mori è stato sorpassato, il terzo posto resta in Sardegna ma si sposta nel Guilcer.

LA FELICITA' DI GIULIA CAVALLI. "Aldilà dei risultati personali, da sempre do priorità agli esiti del collettivo. E in questa circostanza abbiamo raggiunto un risultato straordinario dove tutte abbiamo contribuito per l’ottenimento del terzo posto in classifica. Le mie sono state due vittorie di carattere. Di prevalere su Debora non me lo sarei mai aspettato, essendo avversaria solida, dal gioco di ottima fattura, molto aggressivo e potente. Contro di lei sono entrata in campo senza niente da perdere. L’ultima volta che affrontai Diana ci perdetti ai vantaggi del quinto. Sapevo che sarebbe stata una sfida tosta, anche se per due set e mezzo stava andando tutto bene, finché lei ha deciso di cambiare ritmo e ci siamo giocate tutto al quinto. Ho vinto grazie ad una retina, mi sono scusata ripetutamente con lei e la sua panchina perché non è molto bello quando una partita finisce così, ma a parte tutto ho lottato fino in fondo, credendoci. In chiave futura è importante recuperare totalmente Chiara perché è la nostra numero 1. Camilla ha perduto una gara alla sua portata ma si sta portando dietro una stanchezza fisica che può giocare brutti scherzi; però si è ripresa alla grande regalandoci un punto importante. Il tecnico Eliseo, prima che entrassi in campo per l’ultima sfida, mi ha fatto notare che un altro punto sarebbe stato preziosissimo in chiave play off e non dovevo accontentarmi della Coppa Italia. Era convinto delle mie potenzialità anche nella gara con Debora. E’ vero che ci provo sempre con chiunque ma lui mi ha dato molta fiducia. Il campionato è complicato, ci sono avversarie forti e la lotta per gli altri due posti play off sarà serrata".