8 Novembre 2018 - Ignazio Caddeo

Le buone notizie latitano per le squadre sarde impegnate in Serie A

Per Marcozzi e Norbello atteso il riscatto nel prossimo turno

CAGLIARI - La Marcozzi raccoglie il primo punto stagionale nella massima serie. Ma il rammarico di non aver incamerato l’intera posta in palio è forte. Il Lomellino parte con un handicap di 2 punti perché il direttore di gara reputa irregolari le racchette a disposizione di Roberto Negro. Ma sul campo solo il nigeriano Kazeem riesce a fare risultato, mentre non colgono la palla al balzo Oyebode e Piciulin, sconfitti entrambi per 3-0. Ancora più cupo il rendimento del Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer: nelle cinque gare tra A1 maschile e A1 femminile ha sommato quattro insuccessi ed una sola vittoria. Il quartetto maschile soccombe prima in una gara decisiva per la salvezza, facendosi superare agevolmente dal Verzuolo nonostante gli acuti personali del nigeriano Olajide e dell’ellenico Tsiokas. Con poche chance l’indomani affronta il quotatissimo Milano che gli rifila un inequivocabile 4-0. L’ultimo posto in graduatoria fa sempre più paura.

Sabato turno in trasferta per entrambe le formazioni sarde: la Marcozzi sarà ospite del Cral Roma, il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer sarà accolto dall’Apuania Carrara. Nel frattempo, in Sardegna, la palestra norbellese di via Azuni ospitava il terzo concentramento del più importante campionato nazionale femminile con tutte le otto società in azione contemporaneamente. Spettacolo a parte, per la società guilcerina il fattore campo non è stato sfruttato a pieno, considerato che Styhar, Sikorska e Smargiassi si sono dovute arrendere al Castel Goffredo e al più abbordabile Genova. In mezzo ottengono il primo successo stagionale contro il Tennis Tavolo Torino, ma il rendimento globale rimane al di sotto delle aspettative.