12 Settembre 2016 - Redazione Isola24Sport

Olbia ospita il mondiale 2016: da giovedì a domenica 12 nazioni in gara nel ‘Synchro’ e nello ‘Street Show’

OLBIA – Da giovedì a domenica il Geovillage ospita i campionati mondiali di Street Show (coreografie di hip hop e break) e Synchro Dance. L’evento sportivo, organizzato dal comitato regionale della Federazione italiana danza sportiva su licenza della IDO, la International Dance Organization che è presente in oltre 90 Paesi con oltre 250mila ballerini di varie specialità. La manifestazione prevede gare per le categorie Children (under 11 anni), Juniors (fino ai 15 anni) e Adults (da 16 anni in poi) a cui partecipano concorrenti da 12 nazioni, in totale un migliaio di ballerini, di cui circa la metà stranieri, provenienti da Belgio, Bielorussia, Danimarca, Estonia, Italia, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Slovacchia e Slovenia.  Si inizia giovedì 15 con il ballo sincronizzato, disciplina in cui i campioni in carica sono i padroni di casa della Sardegna e gli specialisti della Repubblica Ceca. Si continua fino a sabato 17 e domenica 18 con le finali della Street show (contest coreografico a stile libero di hip hop, break dance e altre tecniche contemporanee) e la Coppa del mondo di Disco dance e Disco Freestyle, specialità acrobatica in cui le compagini italiane dovranno vedersela con i favoriti del Nord e dell’Est Europa. Nel programma anche la competizione dimostrativa "Mediterranean Cup" per Duo coreografico, disciplina praticata a livello nazionale che ora si propone anche per futuri campionati internazionali come evoluzione della synchro dance.

Ad organizzare queste quattro giornate di grande spettacolo, che complessivamente vedranno in pista oltre mille ballerini (in maggior parte stranieri), è il comitato regionale della FIDS Sardegna, presieduto da Ivo Cabiddu: "È la terza volta che i campionati del mondo IDO si disputano in Sardegna. In questi anni l’evento è cresciuto tantissimo, sia per il numero di singoli partecipanti e di rappresentative straniere e sia per la qualità, sempre più elevata".  Le competizioni sono patrocinate dalla Regione Sardegna, dal Coni e dal Comune di Olbia e la federazione regionale di danza sportiva ha investito molto in questo tipo di eventi internazionali, riuscendo a dimostrare che lo sport della danza agonistica crea grandi coinvolgimenti di appassionati ed è in grado di assicurare migliaia di presenze turistiche anche in media e bassa stagione (nel Geovillage viene organizzata anche un trofeo internazionale nel mese di aprile). "Il segreto di questo successo – spiega ancora il presidente Cabiddu – è stata appunto la continuità organizzativa, la scelta di un periodo (metà settembre) in cui la Sardegna mantiene una forte attrattiva turistica e l’abbinamento con una struttura sportiva e alberghiera capace di ospitare al meglio gli atleti e gli accompagnatori al seguito delle squadre".  Giudici designati dalla federazione internazionale: Marica Marcac Mirceta (Slovenia), Jannie Dan Jensen (Danimarca), Edilio Pagano (Italia, La Spezia), Miodrag Kastratovic (Serbia),  Igor Henzely (Repubblica Ceca), Dana Klasova (Repubblica Ceca), Dominika Kocourkova (Slovacchia), Kai Meristo (Estonia), Piotr Patlasynski (Polonia), Andrej Kokoulin (Russia), Zbigniew St. Zasada (Polonia). Direzione di gara: Kirsten Dan Jensen (Danimarca). Supervisor: Andrej Kokoulin (Russia). Scrutinatore: Oleg Yazvin (Bielorussia).