5 Settembre 2018 - Ignazio Caddeo

Vuelta 2018: grande tappa a De Marchi: Aru perde terreno dai big

RIBEIRA SACRA LUINTRA (SPAGNA) - Arriva la terza vittoria italiana alla Vuelta 2018. A centrarla è Alessandro De Marchi, bravo a staccare i compagni di fuga e trionfare a braccia alzate. Dopo di lui ha tagliato il taguardo il colombiano Jhonatan Restrepo, a 28". Terzo Franco Pellizotti a 59". Nella classifica generale cambia poco, con Simon Yates sempre leader, ma Fabio Aru perde altri 41" dai migliori e ora è 13°. Da notare che De Marchi era stato ripreso da Restrepo ai -18 km, ma alle loro spalle gli altri undici non mollano e restano a circa 30", con il gruppo dei big sempre a poco più di tre minuti. L’azione di De Marchi e Restrepo è buona, tanto che i due aumentano il gap a oltre 50", mentre dal gruppetto degli undici cercano di evadere Pellizotti e Peters. Ai -4 km l’attacco decisivo di Alessandro De Marchi, che fiacca la resistenza di Restrepo e s’invola verso il successo. L’azzurro della Bmc vince così a braccia alzate con 28" di margine su Restrepo, terzo Pellizotti a 59". Nel gruppo dei big nel finale si accende la bagarre, con Quintana che attacca ma con gli altri big che riescono quasi tutti a rispondere al suo tentativo.

Domani dodicesima tappa, la Mondoñedo-Faro de Estaca de Bares. Mañón di 177 km, frazione che potrebbe essere adatta ad una fuga da lontano visto che poco dopo il via si affronta l’Alto de Cadeira (5.8 Km al 6.4%) occasione perfetta per lanciare un attacco. Nel finale sono presenti diversi brevi strappi, che renderebbero comunque difficile una volata di gruppo