9 Luglio 2019 - Ignazio Caddeo

Tour de France. La quarta tappa sorride all´Italia: Viviani batte tutti allo sprint. Aru al traguardo in gruppo

Nessun problema oggi per il villacirdrese sempre a poco più di 2´ dal leader della generale Van Avermaet

NANCY (FRANCIA) - Prima vittoria italiana in questo Tour de France edizione numero 106. Elia Viviani si è infatti imposto in volata nella quarta tappa, la Reims-Nancy di 213,5 chilometri davanti a Alexander Kristoff, Caleb Ewan. Niente podio invece per l’ex campione del mondo Sagan. Viviani ha sfruttato al meglio il lavoro dei compagni di squadra. A differenza della prima tappa, non ha perso il treno di Richeze che lo ha pilotato alla perfezione fino a meno di 200 metri dal traguardo, quando l’italiano ha aperto il gas e non ha avuto rivali. Settimo si piazza un Giacomo Nizzolo. Novantaduesimo, con lo stesso tempo di Viviani, Fabio Aru. Il villacidrese finalmente, al contrario di ieri, non ha avuto problemi di bici e foratura, Nulla cambia in classifica generale, con Julian Alaphilippe in maglia gialla con 20 secondi su Van Aert e 25 su Steven Kruijswijk. Invariati anche i distacchi di Vincenzo Nibali (1'01") e Fabio Aru (2'19"). 

Domani quinta tappa, Saint-Dié-des-Vosges-Colmar di 175,5 km. Arrivano dunque le prime ascese complesse (la Cote de Haus e la Cote Trois-Epis), nonostante un finale pianeggiante: una frazione che potrebbe adattarsi all'azione di qualche finisseur che vuole beffare i velocisti. In Francia si sogna il secondo successo di Alaphilippe, dopo quello ottenuto ieri.