11 Luglio 2019 - Ignazio Caddeo

Tour de France: il primo tappone lo vince Teuns. Aru cede nel finale ma guadagna ancora nella generale

Secondo l´italiano Ciccone che conquista la maglia gialla. Gran finale di Alaphilippe

LA PLANCHE DES BELLES FILES (FRANCIA) - C’era grande attesa per il primo arrivo in salita del Tour de France 2019 e grande spettacolo c’è stato. A vincere sul traguardo di La Planche des Belles Filles è Dylan Teuns che centra il suo decimo successo in carriera. Il portacolori della Bahrain – Merida si è reso protagonista di una lunga fuga da lontano che è partita poco dopo il chilometro 0 con ben 14 corridori inizialmente a formarla. Alla fine a giocarsi la tappa sono stati Teuns e Giulio Ciccone (Trek – Segafredo), con quest’ultimo che ha dovuto alzare bandiera bianca nello sprint finale. Per Ciccone arriva comunque una grande consolazione con la conquista della maglia gialla. Tardiva la reazione del gruppo che dopo aver lasciato a lungo i fuggitivi ad 8 minuti ha atteso solo il finale per aumentare il ritmo recuperando minuti su minuti senza però riuscire a rientrare in testa. Nel finale fra i big ci ha provato Mikel Landa (Movistar) che è stato però ripreso a 1 chilometro dalla conclusione. Alla fine ad allungare sono stati Julian Alaphilippe (Deceunick – QuickStep) e Geraint Thomas (Team Ineos) che hanno guadagnato una manciata di secondi sul resto degli uomini di classifica. Negli ultimi metri in difficoltà invece Vincenzo Nibali (Bahrain – Merida) che è giunto con una cinquantina di secondi di ritardo dal resto dei big con Fabio Aru (UAE Team Emirates) giunto dieci secondi dopo di lui. Il villacidrese ha chiuso ventinquesimo a 2'46" dal vincitore di giornata, ma è ulteriormente risalito in classifica generale, attestandosi al  ventinovesimo posto assoluto a 3'25". 

Domani settima tappa, 230 km da Belfort a Chalon-sur-Saône. Sarà la frazione più lunga, con un percorso mosso nella prima parte, ma piatto nella seconda e adatto quindi ai velocisti, con la possibilità per Elia Viviani di lasciare nuovamente il segno.