12 Marzo 2018 - Redazione Isola24Sport

Tirreno-Adriatico 2018: ultima tappa a Kittel, Aru chiude senza forzare

FANO (MARCHE) - Marcel Kittel è l’uomo veloce della Tirreno-Adriatico 2018: lo sprinter della Katusha-Alpecin, già vittorioso a Follonica, si impone anche a Fano, sede d’arrivo della sesta tappa, superando sul fil di lana un Peter Sagan vicino al successo nonostante una caduta che l’ha coinvolto poco prima del traguardo. Non cambia la maglia azzurra, che resta sulle spalle di Michal Kwiatkowski. Frazione senza acuti per Fabio Aru, ancora non al top della condizione, che ora è 11° nella generale. La penultima fatica della Corsa dei due Mari, dopo le vette appenniniche e dopo la giornata dei muri vissuta nel ricordo di Michele Scarponi, avvicina alla costa adriatica con un tratto perlopiù pianeggiante, pur con la presenza di alcuni strappetti nella prima parte del percorso. Come da copione, al primo scatto si forma la fuga. Ai -8 c’è una caduta: Resta coinvolto anche Peter Sagan, che riesce a rientrare solo quattromila metri più avanti. Così è la Katusha-Alpecin a prendere in mano la situazione e a finalizzare il lavoro dei suoi compagni è Marcel Kittel, che rimonta all’ultimo un Max Richeze sostituto di Gaviria e va a vincere la tappa.Alla fine arriva terzo l’argentino, superato anche da uno scatenato Sagan che, nonostante l’inconveniente, rimonta tutte le posizioni ed arriva a giocarsela alla pari con il rivale tedesco. Buon quarto posto per Sacha Modolo, settimo e ottavo gli altri due azzurri Marco Canola e Simone Consonni della UAE Team Emirates, compagno di squadra di Aru.

Domani ultima tappa, la classica cronometro individuale da San Benedetto del Tronto a  San benedetto del Tronto, di 10 chilometri, stessa frazione ormai dal 2015. Tratto breve molto veloce, caratterizzato come la prima frazione, da due lunghi rettilinei sul mare. Qui si deciderà la classifica generale della corsa tra i protagonisti della classifica generale. Il vento potrebbe essere un fattore, specialmente per quanto riguarda la vittoria di tappa.