15 Ottobre 2018 - Ignazio Caddeo

Si scaldano i motori in vista del BISFed Regional Open di Olbia: presenti alcuni dei migliori atleti del panorama europeo

LLa kermesse del PalAltoGusto sarà nobilitata dalla presenza di atleti di alto livello come il portoghese Joao Pinto, l’ucraino Kukhta e la ceca Curinova

OLBIA - Il PalAltoGusto di Olbia fervono i preparativi in vista dell’imminente il BISFed 2018 Boccia Regional Open, che terrà banco tra il 22 e il 28 ottobre al GeoVillage. La kermesse, per la primissima volta in Italia grazie all’organizzazione firmata Italy Boccia e Federazione Italiana Bocce (con il contributo fondamentale della Fondazione Terzo Pilastro), saranno presenti ben 64 atleti paralimpici provenienti da 15 nazioni europee. Quantità, in questo caso, è anche sinonimo di qualità, perché il pubblico sardo potrà vedere all’opera alcuni dei migliori atleti del panorama europeo. Nella categoria BC1 ci sarà con ogni probabilità il campione portoghese Joao Pinto, numero 16 del raking mondiale BISFed (31,8 punti), già protagonista al Siviglia World Open 2017, al Poznan Regional Open 2017 e ai Campionati Europei 2017. Assieme a lui saranno della gara  l’ucraino Vladyslav Kukhta (23esimo al mondo con 22,3 punti) e la ceca Katerina Curinova, 48esima nel ranking con 8.3 punti. Il livello tecnico sarà elevato anche nelle altre categorie in gara. Nella BC2 spazio ad altri tre atleti di punta del movimento portoghese: Abìlio Valente, Cristina Goncalves e Nelson Fernandes, rispettivamente all’11esimo, 12esimo e 13esimo posto della classifica mondiale. Nella categoria BC3 gli uomini da battere saranno, presumibilmente, il francese Samir Van der Beken e gli svedesi Christoffer Hagdahl e Sebastian Hogrell. Nella BC4, infine, sono attesi il numero 15 del ranking Artem Kolinko (Ucraina), il numero 31 Matjaz Bartol (Slovenia) e la numero 62 Natasa Bartol (Slovenia).

Il BISFed 2018 Boccia Regional Open è una manifestazione di rilevanza internazionale nel mondo della boccia paralimpica che per la prima volta in assoluto si disputa in Italia. Per ben figurare dinnanzi all’imponente numero di partecipanti e accompagnatori provenienti da 15 nazioni diverse (Turchia, Azerbaijan, Israele, Ucraina e Finlandia tra le altre), l’organizzazione ha scelto la Sardegna e, in particolare, il GeoVillage di Olbia, struttura ricettiva di alto livello specializzata nel settore sportivo. Gli atleti che si sfideranno durante le quattro giornate di gare saranno oltre 60, suddivisi nelle 4 categorie riconosciute dalla BISFed: BC1 (tetraplegia cerebrale grave, utilizzano una carrozzina anche elettrica ed è consentito l’ausilio di un assistente); BC2 (spasticità di grado 3 - o 3+ con o senza atetosi; sono in grado di gestire da soli la carrozzina, non è consentito l’aiuto di un assistente, ma in caso di necessità si può chiedere all’arbitro); BC3 (si caratterizzano per l’impossibilità di maneggiare, rilasciare o lanciare la palla con le mani e per tanto devono usare degli ausili. È consentito l’aiuto di un assistente, che però non può rivolgersi al campo per non influenzare l’atleta) e BC4 (il regolamento include  in questa classe  giocatori con altre gravi disabilità come sclerosi multipla o spina bifida. Non è consentito l’uso di assistenti). Al PalAltoGusto si disputeranno gare individuali per tutte le categorie, a coppie per atleti BC3 e BC4, a squadre miste di atleti BC1 e BC2 (squadra composta di tre atleti di cui almeno uno di categoria BC1).

Tutte le giornate di gare potranno godere di ampia copertura televisiva grazie alle dirette streaming garantite dal media partner Directa Sport, che sarà sui campi di gara quotidianamente, dalle 9 alle 18. "Siamo particolarmente orgogliosi di portare ad Olbia, in Sardegna e in Italia questa manifestazione di altissimo livello sportivo – dice Dario Della Gatta, presidente di Italy Boccia, comitato organizzatore - ma principalmente di enorme importanza sotto l’aspetto culturale. Con manifestazioni di questo tipo si prova a sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto all’inclusione e all’integrazione delle persone con disabilità anche attraverso lo sport, al fine di abbattere le barriere non solo fisiche, ma anche intellettuali. La fib crede fermamente nel progetto boccia Paralimpica anche grazie al suo presidente Marco Giunio De Sanctis che , per oltre 20 anni ,è stato Segretario generale del cip, il quale si é avvalso del nostro  Col  per lanciare al massima questa splendida disciplina nel panorama nazionale, così da diventare il vero fiore all'occhiello dell'intero movimento boccistico. Un ringraziamento particolare da parte mia, in qualità di presidente del comitato organizzatore, va alla città di Olbia, alla Regione Sardegna e a tutti i partner che hanno, in modo amichevole e costruttivo, collaborato all’evento: Fondazione Terzo Pilastro, BMW  Specialmente, Spalding, Givova, Sport Per Tutti, GeoVillage, Croce Rossa Italiana, Voladaolbia, Fast, Aspo, Villa Chiara, Oftal,  Dedalus, OJ Solution, Deltapav, Vitali spa,  Liceo Gramsci".