22 Giugno 2018 - Ignazio Caddeo

Il Banco di Sardegna Nuoro prepara l’operazione sorpasso su Parma

Moncho: “Combatteremo fino alla fine”

NUORO - Terminato il digiuno di successi grazie al pari dello scorso sabato contro Saronno, il Banco di Sardegna Nuoro si affaccia con positività alla trasferta in casa dell’Old Parma.  Solo una vittoria divide le due formazioni in graduatoria: sono 3, infatti, i successi ottenuti dall’Old Parma di fronte ai 2 ottenuti dalle barbaricine, che ora puntano con decisione al sorpasso.  Nel doppio confronto del Campo Francesco Sanna contro Saronno, in effetti, i segnali positivi non sono mancati. Soprattutto in gara 1, quando Petmecky – almeno per 5 inning – è stata perfetta, mentre nel box di battuta Liori e compagne hanno cercato costantemente il contatto: "Abbiamo fatto un buon lavoro – ammette la terza base catalana Raquel Moncho Varela - anche se questa squadra può dare molto di più di quanto non si sia visto fino alla scorsa settimana. Siamo forti, e lo testimonia anche la prestazione contro Saronno. In alcune circostanze abbiamo lasciato diversi corridori in base senza portare a casa punti. Sfruttando queste occasioni, forse, avremmo potuto portarci in vantaggio ben prima del settimo inning". Provvidenziale ai fini del successo l’incredibile home run da tre punti siglato da Krystina Mala: "Devo congratularmi con lei – aggiunge Moncho – in quel momento avevamo due out e le possibilità di vittoria erano ridotte al lumicino. Nonostante la pressione, lei è comunque riuscita a mantenersi fredda. E’ stata bravissima". Altrettanto importante, però, è stato il fuoricampo da due punti realizzato proprio da Moncho Varela nel corso del quinto inning, con Saronno avanti di due punti e apparentemente padrone della gara: "E’ stato il mio primo home run in una gara ufficiale – prosegue – ho provato una sensazione indescrivibile. Sono davvero felice di aver dato il mio contributo alla causa, aiutando la squadra a vincere la partita. Ho lavorato per tanti anni sulla mia battuta. Realizzare un fuoricampo era un mio obiettivo e non nascondo di essermi commossa quando ho visto la palla oltrepassare la recinzione". Il rammarico è quello di non aver replicato la buona prestazione in gara 2, quando Saronno si è imposta agevolmente per 3-0: "Non siamo state aggressive in battuta come in gara 1 – ammette – le lanciatrici erano le stesse, le conoscevamo, ma non abbiamo quasi mai trovato il contatto. Credo inoltre che non ci sia stata la stessa fame di vittoria che avevamo mostrato nella prima partita". I miglioramenti rispetto all’inizio della stagione sono comunque sensibili: "Nelle prime settimane c’erano forse dei problemi di comunicazione tra di noi. Ora, un passo alla volta, le cose stanno andando meglio. Ci alleniamo ogni giorno duramente per essere all’altezza dei nostri avversari".

Ora il focus è puntato sull’Old Parma, squadra che all’andata approfittò delle assenze tra le nuoresi per imporsi in maniera netta: 1-15 in gara 1 (manifesta al quinto), 1-9 in gara 2 (manifesta al sesto). Rispetto ad allora, però, le cose sono cambiate: "Ci troviamo di fronte a due partite importantissime – analizza la catalana – in caso di doppia vittoria supereremmo proprio Parma in classifica. Sarà una partita tosta, ma siamo pronte a combattere fino alla fine. Rispetto all’andata abbiamo un roster più competitivo e allenato, e questo ci aiuterà non poco". Old Parma e Banco di Sardegna si affronteranno domani al Campo Quadrifogio di via Confalonieri Casati di Parma. Gli arbitri designati sono i signori Massimo Parri ed Oronzo Pinto. Primo lancio fissato per le 18.