17 Giugno 2018 - Ignazio Caddeo

Il Banco di Sardegna Nuoro porta a casa un pareggio contro Saronno

Le verdazzurre tornano alla vittoria grazie a un incredibile fuoricampo da 3 punti di Mala nel settimo inning di gara 1. Nel secondo confronto affermazione lombarda per 3-0

NUORO - Segnali di risveglio per il Banco di Sardegna, che contro Saronno, nella sfida valida per la 7ima giornata della Serie A1 di Softball, porta a casa un pareggio utile a muovere la classifica e interrompere un digiuno di vittorie che durava addirittura dall’inizio di maggio. Di fronte al pubblico del Campo Francesco Sanna, le nuoresi sono riuscite a portare a casa gara 1 per 6-4 grazie a un incredibile fuoricampo da 3 punti realizzato in extremis da Krystina Mala. In gara 2, invece, a prevalere sono state le lombarde con 3 corse a casa base messe a segno nel terzo inning. Il Banco di Sardegna approccia bene la prima sfida: Petmecky, all’esordio sul diamante nuorese, tiene a bada l’attacco di Saronno, mentre in battuta le verdazzurre si mostrano aggressive e cercano costantemente il contatto. Dall’altra parte Nicole Boughton, pitcher di Saronno, concede diverse valide che portano Nuoro, nel corso della terza frazione, ad occupare tutte le basi. Il manager saronnese decide allora di operare un cambio in pedana di lancio, sostituendo l’australiana con Alice Nicolini. E’ il momento chiave della partita: la lanciatrice ospite, nonostante la pressione, riesce a portare a casa l’ultimo strikeout, e dopo aver scampato il pericolo, Saronno riesce a portarsi avanti nella parte alta del quarto inning grazie a un singolo di Sara Brugnoli che permette alla stessa Nicolini di mettere a segno il primo punto della gara. La stanchezza inizia ad affiorare sul braccio di Petmecky, e Saronno ne approfitta per portarsi sul 2-0 con un doppio di Bertossi che manda a casa base Motta. Quando la gara sembra ormai mettersi in salita ci pensa Moncho Varela: la catalana batte oltre la recinzione del Campo Francesco Sanna, siglando un home run da 2 punti che rimette le cose a posto. Gli entusiasmi delle padrone di casa vengono però ben presto smorzati da un nuovo fuoricampo da due punti, stavolta realizzato da Bettinsoli su lancio di Scheele. Nuoro reagisce prontamente nella parte bassa del sesto inning con un doppio di Gatling che permette di accorciare sul 4-3. Nel proprio turno d’attacco Saronno non chiude i conti, mentre il Banco di Sardegna continua a crederci. Nell’ultimo inning, con 2 out e 2 corridori agli angoli, Mala si presenta nel box di battuta e gira con grande potenza un lancio di Nicolini, mettendo a segno uno straordinario fuoricampo da 3 punti che regala al Banco di Sardegna il sorpasso sul filo di lana oltre che la seconda vittoria stagionale.

La formazione del manager Caballero Torres non riesce a esprimersi sugli stessi livelli nel secondo incontro. La sfida, in generale, offre pochi spunti, a eccezione del terzo inning, quando Saronno marca i tre punti decisivi per la vittoria con un doppio di Mariel Bertossi e un singolo di Rotondo. La reazione barbaricina si limita al doppio di Regnerova nel quarto inning. Saronno concede pochissimo all’attacco rivale e conserva agevolmente il vantaggio. In chiusura del settimo inning, con 2 eliminate per il Banco di Sardegna, la gara subisce un lungo stop a casa della segnalazione, da parte dello staff nuorese, di una irregolarità nelle sostituzioni operate da Saronno. Gli arbitri Martino Vargiu e Angelo Nearco decretano dunque le espulsioni del manager lombardo Larry Castro e della seconda base Alice Soffiantini. Alla ripresa del gioco, pochi minuti prima della mezzanotte, Nicolini manda strikeout Mastino facendo definitivamente calare il sipario sul match.