8 Giugno 2018 - Ignazio Caddeo

Taekwondo, ragazzi sardi in evidenza a Roma

Oltre 1200 gli iscritti che si sono affrontati nel tatami ottagonale

ROMA – Lo scorso fine settimana si è svolta la più grande e attesa manifestazione per bambini incentrata sul Taekwondo WT, la federazione mondiale riconosciuta dal Coni e dal Comitato Olimpico che conta circa settanta milioni di  praticanti nei cinque continenti in cui è presente. Oltre 1200 gli iscritti che si sono affrontati nel tatami ottagonale, tra loro anche due giovani atleti del centro Taekwondo Capoterra che assieme al centro Taekwondo Uta,viene diretto tecnicamente da Roberto Cardia veterano del TKD At isolano. I due giovani atleti del Centro Taekwondo Capoterra, Angelo Pinna e Michele Marras, hanno partecipato portando due volte sul podio la bandiera dei quattro mori. Michele Marras, dopo 5 incontri tutti dominati si scontra in finale contro un atleta di pari livello che ha avuto la meglio su di lui, facendogli guadagnare il titolo di vice campione italiano. 
Angelo Pinna, Dopo due incontri fantastici si ferma in semifinale perdendo di misura contro l'atleta che in seguito vincerà la categoria. 


Due medaglie che valgono quanto un oro al campionato più difficile d'Italia. 
Roberto Cardia sottolinea orgogliosamente quanto i suoi giovani atleti stiano giorno per giorno, dimostrando di essere all'altezza di sfide sempre più difficili e sempre più importanti, battendo atleti di club storici e blasonati dello scenario del Taekwondo WT .